Fermo, in autobus con lo storditore elettrico: giovane denunciato

2' di lettura 06/05/2021 - Le segnalazioni al 112 che determinano l’intervento degli equipaggi in servizio di controllo del territorio della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri spaziano dal viaggiatore sprovvisto di titolo di viaggio che rifiuta di farsi identificare per evitare la sanzione amministrativa ai veri e propri reati come, di recente, la denuncia per attentato alla sicurezza dei trasporti nei confronti di un giovane che aveva utilizzato dello spray al peperoncino all’interno di un autobus o il danneggiamento dei vetri di un mezzo di trasporto.

Anche ieri, due segnalazioni al 112 relative alle problematiche sopra esposte.
La prima, poco dopo le sette di mattina, inerente un soggetto che, a bordo di un autobus nei pressi della Casa di reclusione, stava creando dei problemi ad un controllore. Malgrado il tempestivo intervento della Volante il soggetto è riuscito ad allontanarsi fuggendo dalla zona.
La seconda nel pomeriggio, nell’area del terminal di Fermo.
I componenti di un gruppo di giovani che era appena sceso da un mezzo di trasporto, stavano “giocando” con uno storditore elettrico o dissuasore, molto simile ad un Taser, quest’ultimo considerato arma dalla normativa nazionale ed in uso alle Forze di polizia, mentre il primo, per le differenti caratteristiche tecniche, è considerato oggetto atto ad offendere del quale è vietato, in modo assoluto, il porto.
Il personale della Volante, intervenuto in breve sul posto, ha individuato il gruppo di giovani uno dei quali, alle domande dei poliziotti, ha ammesso di essere il proprietario dello storditore che, all’arrivo della pattuglia, non aveva più con sé.
Messo alle strette dagli operatori i quali gli hanno spiegato le conseguenze penali del possesso di quell’oggetto, insieme al giovane i poliziotti hanno lo hanno recuperato, nascosto sotto una vettura parcheggiata nelle vicinanze.
Lo storditore è stato sequestrato ed il giovane accompagnato in Questura dove è stato denunciato per il porto di oggetto atto ad offendere.




Questura di Fermo


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-05-2021 alle 13:21 sul giornale del 07 maggio 2021 - 475 letture

In questo articolo si parla di cronaca, comunicato stampa





logoEV
logoEV
logoEV