Tenta di aprire le auto in sosta nei pressi di piazza Bambinopoli: fermato e denunciato. Finestre aperte, verande chiuse: 9 ristoranti sanzionati

polizia 2' di lettura 03/05/2021 - Nel fine settinana appena trascorso personale della Polizia di Stato, militari dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Capitaneria di Porto ed equipaggi delle Polizie Locali di Fermo, Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio hanno effettuato numerosi posti di controllo e verifiche dinamiche sulle strade e nelle zone di aggregazione spontanea della nostra costa, ed hanno proceduto all’identificazione di circa 500 persone, al controllo amministrativo di più di 150 veicoli e ad accertamenti nei confronti di quasi 60 esercizi pubblici di ristorazione.

Poche le sanzioni per le violazioni al Codice della strada, mentre sono state complessivamente 21 quelle contestate per l’inottemperanza alle normative a difesa della salute e di contrasto alla diffusione della pandemia.
Ancora una volta, soprattutto i giovani sono stati sanzionati per il mancato uso, nei luoghi di aggregazione spontanea, delle mascherine di protezione o per la mancata disponibilità al seguito.
Infatti, tra le 12 sanzioni elevate per tale irregolarità dagli operatori della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri, la quasi totalità ha un’età media di vent’anni.
Sono stati 9, invece, gli esercizi di ristorazione sanzionati dal personale della Divisone Amministrativa della Questura per il mancato rispetto delle disposizioni nazionali e regionali in materia. Nei comuni di Porto San Giorgio, Porto Sant’Elpidio e nel quartiere di Lido di Fermo i poliziotti hanno riscontrato, in particolare, la violazione delle norme inerenti la somministrazione dei pasti all’aperto – soprattutto in verande chiuse ma solo con le finestre aperte- e per il mancato rispetto del numero massimo di clienti per tavolo.
Attività di contrasto alla diffusione del Covid 19, ma non solo.
Nel primo pomeriggio di sabato scorso, a seguito di segnalazione pervenuta al 112, un equipaggio della Polizia di Stato si è recato in piazza Bambinopoli per la presenza di un trentenne straniero che stava cercando di aprire i veicoli parcheggiati certamente per perpetrare furti sulle auto in sosta.
L’uomo, avvisato dai richiedenti l’intervento che era stata contattata la Polizia, li ha aggrediti verbalmente dicendo loro “di farsi gli affari loro” ma alla vista dell’autovettura di servizio ha tentato di allontanarsi.
Fermato dagli operatori, è stato accompagnato in Questura e fotosegnalato dalla Polizia Scientifica in quanto non in possesso di documenti di identità.
Lo straniero, con precedenti per reati contro la persona e contro il patrimonio anche specifici a bordo di autovetture, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per l’inottemperanza all’ordine del Questore di lasciare il territorio nazionale notificatogli alcuni giorni fa e messo a disposizione del personale dell’Ufficio Immigrazione per i provvedimenti di competenza.




Questura di Fermo


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-05-2021 alle 11:19 sul giornale del 04 maggio 2021 - 515 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, comunicato stampa, Questura di Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b1u7





logoEV
logoEV