Su il sipario per teatri e cinema: il primo a riaprire nel fermano è il Teatro di Capodarco

3' di lettura 26/04/2021 - Riprende la programmazione teatrale e cinematografica del Teatro Nuovo di Capodarco, gestito da Andrea Cardarelli.

Il primo evento ufficiale è previsto per stasera a ingresso gratuito su prenotazione e si tratta del Talk Show musicale dal titolo Playlist, un format in cui un giornalista diverso intervista ogni mese un personaggio (della politica, di cultura o sportivo) sui suoi gusti musicali. Stasera verrà intervistato il padrone di casa del teatro, Andrea Cardarelli stesso, che porterà all’attenzione un vinile di Franco Battiato; saranno in scena anche i musicisti Beatrice Bellabarba e Marco Ferrara e l’attrice Elena Fioretti. “Per questo format – spiega Cardarelli – abbiamo previsto una puntata al mese e già per stasera ci sono 20 posti prenotati”.

Con 30 posti o poco più il teatro sarà già al completo, visto che i decreti sicurezza in vigore prevedono regole molto rigide su distanziamento e capienza. Tutto è pensato nei dettagli al Teatro Nuovo, dall’obbligo della mascherina alla misurazione della temperatura: “il Teatro Nuovo di Capodarco ha reso obbligatorio l’uso della mascherina sin dall’inizio della pandemia”. La mascherina obbligatoria deve essere per forza chirurgica o FP2 ma non quella di comodità, inoltre c’è l’obbligo del termoscanner all’ingresso, che potrebbe creare un po’ di fila per cui la raccomandazione da fare al pubblico è di recarsi in teatro in anticipo. In più non è possibile somministrare da bere, quindi i locali bar sono chiusi all’interno delle sale. “Sarà difficile, ma dobbiamo essere rispettosi per far durare la riapertura”. L’appello del gestore è quello di stare vicini al settore seguendo ogni precauzione possibile, visto che è stato un anno davvero duro per l’economia dello spettacolo.

Per la programmazione cinematografica si parte giovedì 29 maggio, che è la giornata mondiale della danza, e verrà proposto il documentario dal titolo Cuban Dancer. Il docu-film di Roberto Salinas racconta la storia di un ragazzo cubano di 15 anni con la passione per la danza e che si scontra con le difficoltà di vivere in un’isola in cui la voglia di emigrare coglie tutti, anche la sua famiglia. Prima del film è prevista un’esibizione curata dalla coreografa Manuela Recchi, che porterà un ballerino cubano per un piccolo spettacolo danzante.

Dal 1 al 5 maggio il cinema prosegue con Thunder Road, film indipendente americano uscito in streaming il 15 aprile, un’opera prima di Jim Cummings che prende spunto dalla canzone di Bruce Springsteen per raccontare la storia di un poliziotto texano alla deriva in un’America sull’orlo di una crisi di nervi.

La stagione teatrale vede invece l‘inaugurazione il 30 aprile con lo spettacolo “L’ultimo giorno del circo”, di Luca Guerini con Gaia Dellisanti e Luca Zoccatelli.

Tutti gli eventi devono essere prenotati al numero 347 570 6509.

“C’è voglia di ricominciare per il pubblico – afferma Cardarelli – il problema che si pone è l’orario per via del coprifuoco, per cui la programmazione sarà anticipata rispetto al solito”.


di Marina Mannucci
redazione@viverefermo.it





Questo è un articolo pubblicato il 26-04-2021 alle 13:12 sul giornale del 27 aprile 2021 - 230 letture

In questo articolo si parla di cultura, articolo, marina mannucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bZvT





logoEV
logoEV
logoEV