Si torna in campo. Da lunedì via libera a calcetto, basket e altri sport di contatto.

2' di lettura 24/04/2021 - Niente spogliatoi e solo partitelle all'aperto. In zona arancione e rossa tutto ancora bloccato. Piscine riaperte dal 15 Maggio, Palestre dal 1° Giugno. Per acquapark e terme attendere il 1° Luglio. Boccata d'ossigeno per i titolari di strutture sportive nel fermano. "Ci aspettiamo una rapida ripartenza".

"Calcettari" o "calcettisti" del fermano, da lunedì si potrà tornare sul rettagonolo verde. Dopo il nuovo Dpcm del Premier Draghi, ufficializzato nei giorni scorsi, si va verso la ripresa del calcio a 5 e di tutti gli altri sport da contatto.

L'ulitmo lockdown aveva bloccato l'intero settore sportivo amatoriale: tennis, calcio, futsal, basket, volley e rugby, tutto in stand by. Contando anche la prima ondata pandemica, gli sportivi amatoriali si sono dovuti fermare per oltre un anno. Molteplici le problematiche per l'intero comparto dello sport. Oltre alle società delle categorie minori e dilettantistiche, a contare ingenti perdite sono stati soprattutto i gestori e titolari degli impianti sporti. Davvero elevati i mancati incassi, che solo con estrema difficoltà potranno recuperare.

In tutto il territorio fermano, sono molte le strutture di questo tipo particolarmente attive prima della pandemia; i titolari si augurano di far tornare ai fasti di un tempo. In media, si contano dai 3 ai 4 impianti sportivi in ogni Comune della Provincia.

"Siamo molto soddisfatti di questa riapertura - ci hanno raccontato alcuni gestori - siamo fermi da quasi un anno. E' stato difficile, ma speriamo di tornare alla normalità. Abbiamo attrezzato e messo a disposizione le strutture all'aperto, organizzando tutto per il meglio. Ci aspettiamo un buon numero di sportivi fin dai primi giorni".

Via libera, quindi, al calcio a 5, futsal o "calcetto", scegliete voi come chiamarlo e a tutti gli altri sport da contattto, come basket o rugby. Per gli amanti della partitella del giovedì sera, si potrà tornare a praticare sport, ma ci saranno 2 regole fondamentali da rispettare: attività sportiva consentita solo all'aperto, non in strutture al chiuso e vietato l'utilizzo degli spogliatoi, niente doccia, quindi, nè cambio di abiti e obbligatoria la mascherina al di fuori del rettangolo di gioco.

Tutto questo sarà possibile solamente in zona gialla, ad esempio nella nostra Regione, niente sport da contatto, invece, nelle zone arancioni o rosse. Per altri sport, come nuoto o attività simili, bisognerà attendere il 15 maggio, con la riapertura delle piscine. Riguardo alle palestre, l'attesa scadrà il 1° Giugno, mentre per terme ed acquapark il 1° Luglio.

Si tenta, qundi, un graduale ritorno alla normalità, con la ripresa dello sport di gruppo come parte integrante della routine di molti fermani. Le regole e le norme anti-covid, in ogni caso, sono da rispettare in modo ferreo, per non compiere dannosi passi inditro.






Questo è un articolo pubblicato il 24-04-2021 alle 16:47 sul giornale del 25 aprile 2021 - 263 letture

In questo articolo si parla di basket, regione marche, sport, calcetto, calcio, rugby, mario draghi, calcio a 5, partita, provincia di fermo, impianti sportivi, articolo, alto fermano, covid 19, dpcm, lockdown, riaperture, norme anti-Covid, sport all'aperto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bZl8





logoEV