Fermana, ultimo impegno casalingo tra illusione playoff e vacanze

4' di lettura 24/04/2021 - FERMO - Raggiunta la salvezza aritmetica domenica scorsa nel derby di Pesaro, la Fermana si prepara alle ultime due partite di campionato, e domani sera, domenica, ore 20.30, all'ultimo impegno casalingo di questa stagione contro la Virtus Verona. Solo l'aritmetica lascia aperto qualche spiraglio per la partecipazione della squadra canarina ai playoff. Servirebbero naturalmente due vittorie dei gialloblù, domani sera e domenica prossima a Legnago. Oltre a questo dovrebbero verificarsi molti incastri, alcuni alternativi: Gubbio e Virtus Verona non dovrebbero superare, all'ultima di campionato, i 48 punti e, avendo gli scontri diretti a sfavore con la Fermana, sarebbero i canarini a piazzarsi all'11° posto (che verrebbe play-off solo nel caso in cui il Modena fosse la miglior quarta dei tre gironi di serie C, oggi lo è e le bastano altri due punti).

Alla Fermana potrebbe bastare (parliamo solo dell'11° posto) anche solo la vittoria domani con la Virtus se veronesi ed eugubini le perdono tutte da qui alla fine. Molto più difficile, sebbene ancora non impossibile, raggiungere il 10° posto. C'è anche la penalizzazione della Sambenedettese che arriverà subito dopo la fine del campionato regolare a scombussolare la classifica fra 9° e 11° posto e che dovrebbe essere da un minimo di 4 a un massimo di 5 o 6 punti; in questi ultimi due casi la penalizzazione favorirebbe il piazzamento dei canarini al 10° posto, solo se però i rossoblù dovessero conquistare al massimo 1 punto nelle prossime due gare.

Come si vede sono troppi, e troppo poco probabili, i fattori esterni da cui dipende la partecipazione della Fermana agli spareggi promozione: non sono sufficienti i risultati dei canarini nelle prossime due partite. I tifosi ci credono ed è giusto così, il tifo non può e non deve essere razionale, altrimenti altrimenti perderebbe la propria natura.
Anche se l'allenatore della Fermana, Giovanni Cornacchini, ha detto che sia lui che i giocatori scendono in campo sempre per vincere, è indubbio che la squadra è stanca dopo questa lunga rincorsa al traguardo salvezza che ha fatto scalare ben sette posizioni in classifica da inizio stagione; inoltre il tecnico ha già fatto sapere che nelle prossime due partite darà più spazio in squadra a chi ha giocato meno.
Virtus Verona Gubbio invece, trovandosi in classifica tre punti più avanti della Fermana, hanno maggiori possibilità di agganciare la griglia degli spareggi promozione e quindi sicuramente avranno maggiori motivazioni.

QUI FERMO - Non ci saranno il capitano Marco Comotto che sta riprendendo confidenza con il campo ed è prossimo al rientro, Elian Demirovic, Donato De Pascalis, Luca Cognigni. Sarà la prima volta invece per il giovanissimo classe 2004 Lorenzo Grassi, in evidenza finora con Under 17 e Primavera. Tornano a disposizione Marco Manetta e Ciro Palmieri, assenti a Pesaro, il primo per squalifica, l'altro per infortunio. Invece, come già accennato una settimana fa, Redi Kasa è tornato a... casa per curare una lesione muscolare.

LE PAROLE DI GIOVANNI CORNACCHINI - “Voglio ribadire i complimenti ai ragazzi e a tutti per la salvezza ottenuta in anticipo che premia il lavoro fatto in questi mesi. Ma di certo non andiamo ad affrontare le ultime due gare senza obiettivi. Con me di certo non si molla mai, lo faremo per dare il massimo e andando a cercare il massimo risultato possibile. Questo gruppo ha sempre dimostrato di scendere in campo per dare il massimo e sarà così fino alla fine. La Virtus Verona? E' vero che nell'ultima parte di stagione ha conquistato pochi punti e questo magari denota un momento non semplice ma bisogna vedere il percorso fatto nel corso dell'anno. Sono una squadra compatta che ha individualità in ogni reparto ed è in piena corsa per un posto nei playoff. Noi vogliamo chiudere al meglio questa stagione e la squadra è pronta a dare il massimo. Paolo Ginestra? Ha fatto benissimo in questa stagione ma in queste ultime gare ci sarà anche l'opportunità di vedere in campo altri ragazzi e poterli valutare al meglio".

I 25 CONVOCATI
Portieri
: 12 Colombo, 22 Tantalocchi, 30 Massolo;
Difensori: 2 Manzi, 3 Mordini, 6 Manetta, 14 Scrosta, 21 Sperotto, 24 Rossoni, 28 Mosti, 32 Bonetto;
Centrocampisti: 4 Urbinati, 10 Iotti, 16 Fabris, 19 Grossi, 26 Bigica, 29 Grbac, 31 Graziano;
Attaccanti: 7 Cais, 11 Neglia, 13 Grassi, 17 Boateng, 18 Cremona, 23 D’Anna, 25 Palmieri.

QUATERNA ARBITRALE - Adolfo Baratta di Rossano dirige Fermana - Virtus Verona (domani, domenica, ore 20,30). Assistenti di linea Ivan Catallo di Frosinone e Franck Loic Nana Tchato di Aprilia; terzo assistente di gara Marco Russo di Torre Annunziata.

I PRECEDENTI - A Fermo due, l'ultimo lo scorso anno (0-2 per i veronesi), mentre due anni fa ad avvio di stagione i gialloblù vinsero 2-0 con sigilli di Arturo Lupoli e Edoardo Scrosta.
A Verona uno solo due anni fa (0-1, centro di Samuele Maurizi) mentre l'anno scorso non si è disputato capitando nella fase finale del campionato sospeso e non più giocato per covid-19.






Paolo Bartolomei


Questo è un articolo pubblicato il 24-04-2021 alle 11:55 sul giornale del 25 aprile 2021 - 282 letture

In questo articolo si parla di sport, fermana, paolo bartolomei, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bZkf





logoEV
logoEV
logoEV