Fermo, nuovo ospedale. Gli interrogativi di Di Ruscio (FdI): "È tutta colpa del Covid? È rassegnazione? È riconoscimento d'impotenza?"

1' di lettura 20/04/2021 - "Si dimette in piena pandemia il Direttore Generale dell'Area Vasta 4. Si legge sugli organi d'informazione che sembrerebbero mancare 30 milioni di euro per la costruzione del nuovo ospedale di rete di Fermo...che è in costruzione! Si ipotizzano illeciti sulle procedure d'appalto e sull'affidamento di lavori".

Dubbioso circa l'avvenire del nuovo ospedale Saturnino di Ruscio di FdI Fermo, che rilancia: "Questi sono problemi reali e concreti per la provincia fermana? Certamente si. Se le ipotesi fossero vere i lavori del nuovo ospedale si potrebbero bloccare...per quanto tempo? C'è sempre il "vecchio" Murri, del quale inaugurai 20 anni fa la nuova ala...che comunque soffre di spazi e di tecnologie.
Il vero problema secondo me è un altro. E' l'apparente silenzio della Provincia di Fermo, dei 40 Sindaci, dei rappresentanti politici di questo territorio.
Molti anni fa quando qualcuno provò a bloccare la nomina di un primario chirurgo apprezzato dalla comunità locale, la cittadinanza insorse organizzando manifestazioni alle quali parteciparono 3-400 persone. Faccio questo esempio solo per evidenziare l'attaccamento
della comunità alla sanità del territorio. Così come all'esordio della mia prima esperienza amministrativa un politico locale mi disse:
"Ricordati, sono tre le cose di cui si deve occupare la politica: la sanità, la scuola e la sicurezza".
Ma è tutta colpa del Covid? E' rassegnazione? E' riconoscimento d'impotenza?".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-04-2021 alle 18:09 sul giornale del 21 aprile 2021 - 459 letture

In questo articolo si parla di politica, di ruscio, nuovo ospedale, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bYzE