Calcio a 5, Final Eight Coppa Italia A2. L'accoppiata è del Napoli: 5-0 all’Olimpus

3' di lettura 18/04/2021 - Da cinque finali a questa parte la magia della Coppa Italia di Serie A2 è sempre la stessa: chi alza l’ambito trofeo, si ritrova l’anno dopo in A.

Stavolta era facile e scontato: sia Napoli sia Olimpus Roma Gruppo LF si sono presentate a Porto San Giorgio con la promozione in tasca. L’accoppiata è del Napoli. Un grande Napoli, Fortino e (è) fortissimo (e MVP della competizione), s’impone 5-0 al PalaSavelli nell’ultimo atto di una manifestazione bellissima, dal finale a effetto.

PRIMO TEMPO. Olimpus Roma Gruppo LF a trazione anteriore: D’Orto toglie l’esperto Ghiotti per far spazio nuovamente a Chima. Nei 12 di Basile, Foglia e Alessandro Perugino per gli squalificati Turmena e Arillo. Il Napoli ha il merito di prendersi subito la partita in mano e aprire la finale: Hozjan salta secco un avversario sulla fascia e da posizione defilata infila Laion con un sinistro chirurgico. La risposta dell’Olimpus è più di istinto che razionalità: Dimas scappa via e serve Chima che calcia in porta, ma Marcio Ganho dice di no. Stessa risposta per Laion a Milucci, sugli sviluppi di una punizione battuta da Fortino. Ritmi alti, tante conclusioni pericolose da una parte e dall’altra, squadre di A2 di nome ma non di fatto: Jorginho scalda due volte le mani di Ganho, in mezzo Laion salva su Renoldi. Non c’è un attimo di pace. La differenza la fanno i campioni e le loro giocate. Fortino parla la stessa lingua di Foglia: lo vede, lo serve, l’ex Pallone d’Oro si gira e fulmina Laion. Il Fortino show non finisce: Robocop s’inventa ancora un assist, stavolta di tacco, servendo a Renoldi il pallone del 3-0. Vitor potrebbe ripetersi sull’ennesimo assist di Fortino, a nozze senza Ghiotti in campo, ma la traversa gli nega un’altra esultanza. Al riposo sul 3-0. Ed è giusto così.

LA RIPRESA. Inizia esattamente come la prima frazione, con la rete di un Napoli tanto concentrato quanto cinico: stavolta il bis di Renoldi è servito. D’Orto si affida alla carta della disperazione, un 5vs4 con Dimas prima e Alessio Di Eugenio poi: la conseguenza, però, è il 5-0 targato dal migliore della competizione, in due parole Rodolfo Fortino. Non c’è più storia. D’Orto torna a Porto San Giorgio a 12 anni dal trionfo col Torrino (in A2) col Kaos, ma stavolta il finale è tutt’altro che lieto. Vince il Napoli. Un grande Napoli, Fortino e (è) fortissimo.

FF NAPOLI-OLIMPUS ROMA GRUPPO LF 5-0 (3-0 p.t.)
FF NAPOLI: Ganho, F. Perugino, Hozjan, Fortino, Foglia, A. Perugino, De Simone, Milucci, Renoldi, Amirante, Chilelli, Capiretti. All. Basile

OLIMPUS ROMA GRUPPO LF: Laion, Achilli, Jorginho, A. Di Eugenio, Dimas, L. Pizzoli, A. Pizzoli, F. Di Eugenio, Chimanguinho, Benlamrabet, Suazo, Musso. All. D'Orto

MARCATORI: 2'52'' p.t. Hozjan, 10'16'' Foglia, 12'24'' Renoldi, 3'13'' s.t. Renoldi, 7'11'' Fortino

AMMONITI: Dimas (O), Hozjan (N), Foglia (N), F. Di Eugenio (O), Fortino (N), Jorginho (O)

ARBITRI: Andrea Colombo (Modena), Davide Plutino (Reggio Emilia) CRONO: Emanuele Roscini (Foligno)

NOTE: Presenti in tribuna il Vicepresidente Vicario Alfredo Zaccardi, il Vicepresidente Leonardo Todaro, i Consiglieri Stefano Castiglia, Umberto Ferrini, Stefano Salviati e Antonio Scocca; Ivo Panichini, Presidente del CR Marche, Marco Capretti, Vice Presidente e Responsabile Regionale Marche, Fabio Luna, Presidente Comitato Regionale Marche CONI, Francesco Baldelli, Assessore Regionale Marche, Valerio Vesprini Assessore allo sport e al commercio del comune di Porto San Giorgio.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-04-2021 alle 19:45 sul giornale del 19 aprile 2021 - 122 letture

In questo articolo si parla di sport, Final Eight di Coppa Italia, pala savelli, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bYbC





logoEV
logoEV