Nuovo direttore Asur fermana, Fermo in Azione: "No a cariche politiche"

1' di lettura 15/04/2021 - Le dimissioni del dott. Livini da direttore della Asur 4 di Fermo impongono alla nuova giunta regionale una scelta urgente e immediata.

Così Fermo in Azione che rilancia: "Nelle ultime ore si aggira ormai un totonomi inarrestabile, con il classico fermento da elezioni per rappresentanti liceali, tra proclami e autocandidature.
Un fermento indegno se si pensa all’attuale situazione sanitaria fermana, in cui l’Ospedale Murri continua ad essere sotto pressione ed una campagna vaccinazioni in fase di pieno decollo. Chi fa le spese di questi soliti atteggiamenti, a tratti autocelebrativi, sono i cittadini e gli operatori sanitari allo stremo in anima e corpo dopo aver realizzato enormi sacrifici, dovuti in particolare ai tagli nelle strutture e del personale stesso.
Personale sanitario aggiuntivo nelle sedi fermane, richiesto inoltre più volte a gran voce ai vertici della sanità regionale, che tuttavia ha fatto ricorso all’antica tecnica delle “orecchie da mercante”.

Per la guida dell’Asur 4 occorre una figura autorevole nell’ambito medico sanitario con spiccate qualità professionali e doti nella gestione delle strutture e complesse situazioni. Fermo in Azione e Marche in Azione si esprimono in modo assolutamente contrario a nomine dettate da scelte politiche, come si inizia a vociferare nei piani alti regionali.
Chiediamo quindi che alla guida dell'Asur non ci siano politici o ex politici, che per fini propagandistici vorrebbero ottenere un ruolo primario per visibilità e tematiche.
Non si può fare propaganda sulla salute dei cittadini. Le nomine devo essere dettate da competenza ed esperienza. Basta coi soliti inciuci" concludono.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-04-2021 alle 15:35 sul giornale del 16 aprile 2021 - 574 letture

In questo articolo si parla di politica, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bXET