Moda, ristorazione e nuove figure professionali. Con Wega giovani e disoccupati al 1° posto.

4' di lettura 13/04/2021 - “Con i nostri corsi di formazione, formeremo figure professionali utili alle aziende”. Oltre 800 ore di lezioni con docenti qualificati e stage in azienda. Fermo, Servigliano e San Benedetto le location. Intesa vincente con Cna, Confindustria e Unimc. Baratto: “Forniremo competenze spendibili subito nel mondo del lavoro. Oltre il 60% dei partecipanti trovano un’occupazione nell’immediato”.

Dare un futuro solido a giovani e disoccupati, inserirli nel mondo del lavoro con percorsi formativi mirati e specifici. Formare quelle figure professionali sempre più richieste nel mondo delle PMI, dedicando all’allievo tutta l’attenzione umana necessaria. Sono questi i binari sui quali viaggiano i nuovi corsi di formazione realizzati da “Wega impresa sociale”, ormai da diversi anni leader nel terzo settore e operativa a livello regionale con ottimi risultati.

Sono 4 i nuovi corsi che partiranno a breve, tutti finanziati dalla Regione Marche tramite fondi europei. La volontà è quella di aprire le porte a professioni molto richieste nell’attuale mercato del lavoro, in particolare riguardo a settori come moda e ristorazione.

Il primo corso è il fiore all’occhiello di Wega, denominato “Esperti nella commercializzazione, gestione del business sui mercati esteri, e-commerce nel settore moda”. “Siamo molto soddisfatti per la realizzazione di questo corso. Importante è stata la collaborazione degli enti strategici, con cui abbiamo fatto associazione temporanea di scopo – spiega Baratto, Presidente di Wega – il nostro scopo è formare figure professionali utili alle aziende e per questo è stato decisivo l’apporto di Confindustria Centro Adriatica, Unimc, Cna Fermo, Ipsia “O.Ricci”, Scuola Superiore di Mediazione Linguistica S. Domenico di Fermo, Ambito Sociale Territoriale XIX e comune di Fermo”.

Il corso è composto da 800 ore di lezioni, che in parte si svolgeranno online, in parte nella sede della Cna di Fermo. Fondamentale la presenza dell’Unimc, che come sottolinea la Professoressa Cedrola: “L’università mette a disposizione le sue risorse miglioi per la formazione di questa professione. Forniremo competenze imprescindibili per il settore moda, come lo sviluppo dell’e-commerce e la sua corretta organizzazione, fino ad arrivare agli elementi di contrattualistica internazionale, scambi internazionali e espertice informatici. L’università crede molto in queste lezioni, infatti è stato scelto un corpo docenti specializzato, inoltre il corso attribuirà 12 cfu che potranno anche essere impiegati per un eventuale percorso di laurea”.

Decisiva la conoscenza della lingua inglese, soprattutto nel settore moda: “Per i soggetti che dovranno lavorare all’estero o avere rapporti con l’estero, la conoscenza della lingua inglese è decisiva – afferma il Professor Nofri della Scuola Superiore di Mediazione Linguistica S. Domenico di Fermo – le lezioni si rivolgono a coloro che non sono né in una forma di apprendimento né in una forma di occupazione, sono questi i soggetti che vanno presi in considerazione. Avere una buona abilità linguistica, è questo uno degli anelli deboli dove soffrono le nostre aziende e di conseguenza il mercato ne risente. Bisogna saper dialogare con i mercati e saper redigere ed interpretare i documenti di negoziazione negli affari. Il nostro ruolo è importante e siamo contenti di essere stati coinvolti”. Parola chiave professionalizzazione: “Daremo competenze subito spendibili nel mondo del lavoro - spiega Nofri - Il fermano è un’area di crisi particolare, che ha bisogno di un’iniezione di professionalità in tutti gli ambiti, la moda, la manifattura e la filiera turistica in primis. È necessario avere figure professionali di slancio che aiutino le filiere”.

Il corso in questione ammette un massimo di 20 partecipanti e le iscrizioni sono aperte fino al 30 Aprile. Nel mese di Maggio, prima saranno selezionati i 20 che vi prenderanno parte e poi si inizierà. Possono presentare domanda sia diplomati che laureati.

Di primo livello anche gli altri corsi realizzati da Wega, ovvero “Operatore della Ristorazione – Preparazione Pasti”, “Aiuto Cuoco” e il “Corso per minori in dispersione scolastica”, della durata di 3 anni che assiste ragazzi che hanno abbandonato gli studi, assistendoli nel raggiungimento del diploma e poi nell’inserimento lavorativo. Tutti i corsi sono gratuiti e per le info dettagliate basta visitare il sito www.wegaformazione.com.

Intesa vincente con la Cna Fermo: “Con Wega si è creato un rapporto proficuo e vincente ormai da anni. Questi sono corsi di formazione, ma anche di ascolto e inclusione - spiega il Presidente di Cna Paolo Silenzi - Dai percorsi verranno fuori figure fondamentali per le PMI. Per i partecipanti la percentuale di trovare lavoro è molto alta, perché questo tipo di professionalità sono molto ricercate dalle aziende”.

Wega, nonostante le difficoltà del covid, fa il pieno di corsi ed offre a giovani e disoccupati una strada solida da percorrere, che potrà fornire loro un ingresso privilegiato nel mondo del lavoro.












logoEV
logoEV