Giovani e ambiente: la terza superiore del liceo scientifico di Fermo si interroga sull’agenda 2030. L’assessore Ciarrocchi “professore per un giorno”

4' di lettura 12/04/2021 - Interessante ed innovativa iniziativa di una classe del Liceo Scientifico “T.C Onesti” di Fermo che, nei giorni scorsi, su impulso del professore di scienze naturali, il geologo Luca Di Carlantonio, ha portato avanti un ciclo di lezioni aventi ad oggetto l’Agenda 2030 e gli obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile.

Studiando i temi ambientali che interessano tutti gli Stati e quindi tutti gli abitanti del mondo, gli studenti della classe 3 AS si sono voluti calare anche nella realtà locale, cercando di comprendere come il Comune di Fermo si sta approcciando a queste problematiche.

Hanno quindi coinvolto l’Assessore alle Politiche Ambientali del Comune di Fermo Alessandro Ciarrocchi, invitandolo ad una conference call nella quale alcuni rappresentanti della classe lo hanno interrogato con una serie di domande sui vari temi trattati nel suo mandato, dalla raccolta differenziata alla riqualificazione delle aree verdi, dalla bandiera blu al monitoraggio elettromagnetico, dalle piccole azioni concrete per il territorio alle varie situazioni aggregative di volontariato che vedono cittadini impegnati in prima persona nella pulizia degli spazi pubblici, ma più in generale degli obiettivi raggiunti e delle prospettive del mandato appena iniziato.

Ne è seguito un dibattito molto costruttivo, durato quasi due ore, al quale ha preso parte anche il consigliere comunale Nicola Pascucci, che ha seguito per l’assessorato alcune iniziative in tema di risparmio energetico. Un modo nuovo e stimolante di fare lezione, soprattutto in questa fase particolare dell’anno scolastico.

I ragazzi hanno concluso l’obiettivo didattico anche realizzando un breve video che sarà diffuso sui canali social con l’obiettivo di sensibilizzare quante più persone alla sostenibilità ambientale.

“E’ stata un’iniziativa molto bella e proficua - ha commentato l’assessore Ciarrocchi, che si è complimentato con la dirigente scolastica Marzia Ripari, con il professore ma anche e soprattutto con i ragazzi che hanno ideato e costruito questo incontro formativo- I ragazzi mi hanno dato modo di comprendere quelle che sono le loro aspettative per l’ambiente e come sempre ho rilevato in loro una sensibilità al rispetto dell’ambiente che li circonda che sempre più spesso difetta nelle generazioni meno giovani. Mi ha fatto piacere che abbiamo apprezzato la mia scelta di confrontarmi sempre con le scuole per sviluppare progettualità nel settore ambientale. Soprattutto li ho trovati molto preparati ed attenti agli obiettivi dell’Agenda 2030 sullo sviluppo sostenibile. Abbiamo condiviso l’idea di trattare la città come una “CASA COMUNE”, la casa di tutti, con parchi pubblici curati, attrezzati, accessibili anche ai diversamente abili, con tanti quartieri dove vanno creati spazi di aggregazione per giovani e anziani, sempre prestando la dovuta attenzione per la pulizia e l’igiene della città, incrementando la raccolta dei rifiuti ed il decoro degli spazi comuni. Ecco, il nostro compito sarà sempre quello di far sentire al cittadino la presenza di un’Amministrazione che tutela e cura il benessere dei cittadini, ma iniziative di estrema sensibilità come questa messa in campo da ragazzi molto giovani sono un ottimo viatico verso il futuro, per un auspicato cambiamento che nasce dal basso”.

La Dirigente Scolastica del Liceo Scientifico Statale “Temistocle Calzecchi Onesti” Prof.ssa Marzia Ripari ha ringraziato il Comune di Fermo per l’immancabile disponibilità e per l’enorme attenzione ai temi trattati, attraverso questo progetto coordinato dal prof. Luca Di Carlantonio che ha uno scopo ben preciso: “Il 22 aprile sarà la Giornata Mondiale della Terra (Earth Day) e quest’anno giunge al 51° anniversario. L’Earth Day si celebra per iniziativa delle Nazioni Unite. È la più grande manifestazione internazionale per la sostenibilità ambientale e la salvaguardia del nostro pianeta: coinvolge un miliardo di persone che si impegnano in eventi ed iniziative e rappresenta una preziosa occasione per parlarne. Il Liceo Scientifico Statale “Temistocle Calzecchi Onesti” di Fermo, con il fine di sensibilizzare gli studenti e la popolazione ai temi di salvaguardia del territorio, si è attivato attraverso la realizzazione della progettazione relativa agli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. Gli studenti della classe 3AS hanno intrapreso un percorso didattico parallelo alla didattica curriculare, basato sul principio fondamentale della sostenibilità ambientale”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-04-2021 alle 13:29 sul giornale del 13 aprile 2021 - 186 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo, comunicato stampa, Agenda 2030

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bW6d