Santuario Madonna dell’Ambro. La Mano ti dà una mano e anche una scalinata

3' di lettura 11/04/2021 - Il Santuario della Madonna dell'Ambro a Montefortino è splendido. L'operazione restauro, decisamente sostenuta dalla Carifermo, ha restituito un gioiello alla Terra di Marca dando un segnale grande di rinascita. Ora, occorre affrontare un altro problema, anzi: due. La neve, il ghiaccio, le intemperie stanno sbriciolando i gradini della scalinata esterna. E c'è poi l'urgenza di realizzare una rampa alla destra della chiesa, addossata al monte, che consenta ai portatori di handicap l'entrata senza difficoltà nel sacro edificio.

Interventi che costano, non tantissimo ma costano. Il progetto è sui 65/70 mila euro, forse qualcosa anche di più. Come si fa? Si fa che ci si mette insieme e si crea una rete di solidarietà. Così entra in scena Angelo Tuccini. Lui, in Terra di Marca, ha diverse Botteghe della Cuccagna. Una ne ha aperta anche a Legnano dove porta i prodotti del territorio sibillino destinati alla Lombardia. Così entra in scena anche Amabilia Capocasa, amandolese d'origine e nell'animo, legnanese da una vita. A suo tempo, lei ha già mobilitato i suoi amici di lassù per sostenere le aziende terremotate di quaggiù, un gemellaggio che ha funzionato. Ora torna a muoversi. Ed entra in scena anche una cooperativa in cui la Capocasa è volontaria. Si chiama La Mano, ha l’obiettivo di «offrire opportunità di impiego per persone affette da varie disabilità che non trovavano collocamento nelle aziende del territorio». La Coop, nata nel 1985, ha dato vita a diversi laboratori: rilegatura e stampa, una casa editrice, un prossimo impegno nell'ambito sartoriale, e, in combinata con il nostro Tuccini, la bottega solidale, creando un rapporto con diversi paesi marchigiani e le aziende agricole dei Monti Sibillini. A Natale scorso, e poi anche a Pasqua, i cesti realizzati dagli ospiti de La Mano con le nostre prelibatezze hanno avuto un gran successo. Una operazione a cerchi concentrici, mobilitante, dove tutti hanno da guadagnare. Moralmente di sicuro, ed anche economicamente con quel piccolo/grande surplus destinato al Santuario. Una Mano ti dà una mano, indica Amabilia precisando il metodo usato e il progetto della Fondazione Ticino Olona.

Terminata la pandemia, padre Gianfranco Priori, rettore del Santuario, salirà a Legnano per un incontro. La Capocasa sta attivando ogni canale, anche il Collegio dei Capitani e delle Contrade del Palio legnanese, e anche gli imprenditori del posto. Frate Mago farà le sue magie. Ma la magia più grande è avere lo stesso cuore (cum cordis).






adolfo leoni


Questo è un articolo pubblicato il 11-04-2021 alle 08:13 sul giornale del 12 aprile 2021 - 241 letture

In questo articolo si parla di adolfo leoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bWWF





logoEV
logoEV