Petritoli: Ecco il via libera. Punto vaccini attivo da martedì. C’è l’accordo tra Asur 4 e medici di base.

3' di lettura 08/04/2021 - Finalmente è stata raggiunta l’intesa. Al Distretto sanitario di Petritoli riprenderanno le vaccinazioni dopo lo stop forzato. Prima gli over 70. Stretta di mano tra Area Vasta 4 e medici di base. Si partirà martedì pomeriggio, poi giovedì mattina e ancora venerdì pomeriggio. 3 giorni a settimana per un totale di 9 ore. 14 i medici che hanno aderito. “Il punto vaccini di Petritoli strategico per Valdaso e Valdete. Questa è la risposta che il territorio cercava”.

Buona la seconda verrebbe da dire. Petritoli avrà di nuovo il suo punto vaccinazioni. Dopo il mancato accordo delle scorse settimane tra Area Vasta e medici di base, prima annunciato poi annullato, nella mattinata di oggi è arrivata l’ufficialità: il Distretto Sanitario di Petritoli tornerà ad ospitare il punto vaccini per tutta la Valdaso e la Valdete.

Ieri si era svolto il vertice in Prefettura e da quell’incontro era emerso un nuovo accordo, che poi, in queste ore, è stato ufficializzato. L’Area Vasta 4 e i medici di medicina generale hanno trovato l’intesa e appianato le distanze.

Da martedì pomeriggio, quindi, si ripartirà. Infatti, il centro vaccini di Petritoli era già stato operativo nei mesi scorsi con la somministrazione delle dosi per il personale scolastico e le forze dell’ordine, poi era stato bloccato. Adesso riprenderà a funzionare 3 giorni a settimana. Precisamente, mertedì pomeriggio dalle 15 alle 18, giovedì mattina dalle 9 alle 12 e venerdì pomeriggio dalle 15 alle 18.

3 ore al giorno, per tre giorni a settimana. Un risultato più che positivo, se si pensa che il punto poteva rimanere chiuso definitivamente. In questa negoziazione tra Area Vasta e medici di base, decisivo è stato l’impegno dei Sindaci, che fin da subito hanno fatto sentire la propria voce e ribadito la loro volontà. Guidati dal Primo Cittadino di Petritoli, Pezzani, gli Amministratori locali hanno scritto lettere e sentito costantemente i vertici di Asur e Regione Marche, affinchè si trovasse al più presto una soluzione.

“Il punto vaccinazione qui a Petritoli era troppo importante – spiega Pezzani – non poteva rimanere chiuso, sarebbe stata una sconfitta per tutto il territorio della Valdaso e Valdate. È posizionato in un punto strategico, attivandolo si riesce a coprire una vasta zona. Inoltre, per noi Sindaci era sbagliato, che cittadini over 70 dovessero fare così tanti km per vaccinarsi. Siamo davvero soddisfatti che sia stato raggiunto l'accordo”.

Coprire al meglio in territorio, per velocizzare la campagna vaccinale: “Rendendo operativi più punti vaccinazione, si riescono a somministrare più dosi, aumentare il numero di vaccinati e allo stesso tempo velocizzare l’intero sistema. Questo deve essere il nostro obbiettivo – conclude Pezzani – certo, il nostro augurio è che queste 9 ore settimanali possano aumentare, ma questo è già un buon punto di partenza. E’ questa la risposta che il territorio stava cercando e ancora una volta, l’accordo raggiunto dimostra quanto il Distretto Sanitario di Petritoli rappresenti un punto fermo all’interno dell’Area Vasta 4”.

Intesa vincente, quindi, tra medici di base e Area Vasta 4. Sono stati 12 i medici che hanno dato la loro disponibilità per le vaccinazioni. Allo stesso tempo, l’Area Vasta 4 ha messo a disposizione la struttura sanitaria, gli infermieri ed il personale amministrativo. Ai medici il compito di gestire il quadro sanitario in generale, l’anamnesi e la somministrazione delle dosi. Per le prenotazioni si potrà utilizzare la piattaforma messa a disposizione da Poste Italiane.










logoEV
logoEV
logoEV