Porto Sant’Elpidio: inaugurato il centro vaccini all’interno del Palazzetto dello sport

2' di lettura 07/04/2021 - “Il primo ragazzo che si è presentato stamattina al centro vaccini di Porto Sant’Elpidio – racconta la Dottoressa Carpiceci – è un giovane trentenne che ha da poco sconfitto una brutta malattia e che dopo essersi vaccinato è andato a discutere la sua tesi di laurea online”.

Un inizio che lascia presagire speranza, come evidenzia il Sindaco Franchellucci, che si sente grato nei confronti del personale che da oggi si adopererà per far funzionare al meglio il centro vaccini.

Inaugura infatti oggi il centro vaccini di Porto Sant’Elpidio, allestito all’interno del Palazzetto dello sport in zona nord della città, e gestito da una equipe di 24 tra medici di base e pediatri coordinati dalla Dottoressa Carpiceci: “Oggi ci siamo già trovati a somministrare moltissime vaccinazioni su persone dai 70 agli 80 anni e con fragilità”. Pfizer, Astrazeneca e una piccola percentuale di Moderna, quest’ultimo destinato ai domiciliari, sono i vaccini finora disponibili; si attende l’introduzione di Jhonson & Jhonson che arriverà in Italia dopo il 19 aprile.

Aperto 5 giorni su 7(tre mattine e due pomeriggi) per tre ore al giorno, il centro vaccini si fregia di una virtuosa collaborazione tra medici e farmacie comunali, una equipe che funziona per l’amicizia di base tra tutti i soggetti interessati, come sottolinea la dottoressa Carpiceci. “Quello di Porto Sant’Elpidio – afferma Licio Livini, Direttore dell’Area Vasta 4 – è un esempio di ottima collaborazione in ambito sanitario, in cui ci si muove per dare risposte alla comunità in un momento delicatissimo come questo, in cui c’è necessità di trovare una soluzione”. “Si sta lavorando al meglio – afferma il Prefetto di Fermo Vincenza Filippi – per affrontare questa grande emergenza. Siamo ancora a metà del percorso ma continuando con questo entusiasmo e operosità si può sperare in bene”.

I medici aderenti potrebbero coprire tutta la settimana e sono disposti a lavorare a pieno ritmo per riuscire a chiudere le vaccinazioni in pochi mesi. Ogni medico ha la possibilità di vaccinare, oltre a coloro che hanno effettuato la prenotazione tramite il portale apposito, anche i propri assistiti, con l’obiettivo di arrivare a 5mila vaccini settimanali. Nel centro di Amandola è stata data la possibilità di usufruire del vaccino senza prenotazione e si è notato un buon riscontro di utenza.

“Vaccinare il più possibile è l’unico modo per poter mettere un piede fuori dalla pandemia da Covid-19” conclude Livini esortando tutti a prenotare il proprio turno per vaccinarsi.


di Marina Mannucci
redazione@viverefermo.it







Questo è un articolo pubblicato il 07-04-2021 alle 11:54 sul giornale del 08 aprile 2021 - 603 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo, marina mannucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bWkz