Amandola: accordo sul Bilancio comunale 2021 con CGIL ,CISL, UIL e le rappresentanze provinciali del sindacato pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl, Uilp Uil

3' di lettura 29/03/2021 - Le rappresentanze sindacali Cgil, Cisl e Uil ed i rispettivi Sindacati dei pensionati SPI , FNP e Uilp, dopo un interessante confronto sulle linee di bilancio con l'amministrazione comunale di Amandola, ne hanno concordato le linee di intervento ad inizio anno e con nostra soddisfazione, abbiamo preso atto poi della conferma di quanto concordato con l'approvazione successiva , anche nel bilancio 2021 dagli organi comunali competenti.

L'emergenza sanitaria da SARS-CoV-2 che ha investito l'intero Paese nel corso del 2020 e che sembrerà perdurare per buona parte dell’anno 2021, ha ulteriormente acuito le difficoltà per i residenti in questi territori, deprimendo fortemente una ripresa economica che, seppur parziale, aveva iniziato ad avviarsi dopo gli eventi sismici del 2016-2017. Il superamento di tale emergenza però, così come per quella riguardante il terremoto, potrebbe avviare un importante rilancio della zona montana e dell'intero sistema economico ad esso legato che potrebbe vedere nella Montagna un nuovo futuro ed una nuova rinascita.
L'amministrazione comunale di Amandola, nonostante le difficoltà causate dalla pandemia, non aumenta, anzi riduce in alcuni casi la tassazione locale, riuscendo complessivamente, nel contempo, ad implementare i servizi ai cittadini, in particolare ai Giovani ed agli Anziani ed alle attività economiche anche sul fronte dei servizi sociali e quindi a favore dei pensionati, dei lavoratori in difficoltà economiche e con interventi diffusi per favorire la ripresa occupazionale.

Ecco di seguito gli interventi più significativi per il 2021 :
Un piano di aiuti alla riprese delle piccole e medie imprese artigianali e commerciali di oltre 370 mila euro ed un piano anticrisi per aiutare chi è in difficoltà.
Conferma del Buono Nascite per i nati nel 2021, così come il buono scuola di 200 euro per chi si iscrive al primo anno dell'istituto tecnico, il congelamento delle tariffe per i servizi a domanda individuale quali mensa e trasporto alunni, l'abbattimento delle tariffe IMU, TARI ed in particolare IRPEF con 2 punti percentuale per non incidere nei costi delle famiglie, il progetto Centro Commerciale Naturale ed un impegno economico per sostenere le spese sociali e le famiglie in difficoltà anche attraverso un aiuto sugli affitti


Infine, si condividono alcuni importanti obiettivi che sono anche a vantaggio di tutta la zona montana dei Sibillini: - la continuità con l'impegno già esistente per la creazione dei posti di lavoro, fondamentale per evitare lo spopolamento della zona montana; - il ripristino di tutti i servizi socio sanitari preesistenti al terremoto del 2016, dando priorità alla realizzazione del Nuovo Ospedale dei Sibillini, alla risoluzione della problematica legata alla carenza dei medici di base , alla realizzazione di un centro vaccinale per le aree montane, al completamento dell'iter necessario all'apertura del nuovo reparto di medicina ed al completamento dei lavori della Circonvallazione di Amandola.

Battersi sinergicamente con l'amministrazione comunale per il mantenimento ed il potenziamento di tutti i presidi, a partire da quelli Sanitari, Scolastici, Postali ed il completamento e rafforzamento delle opere infrastrutturali, rappresenta per le organizzazioni sindacali firmatarie una delle principali vertenze in ambito provinciale.


da CGIL Fermo
Camera del Lavoro Territoriale





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-03-2021 alle 12:12 sul giornale del 30 marzo 2021 - 231 letture

In questo articolo si parla di attualità, cgil, bilancio, amandola, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bUXG





logoEV
logoEV