Fermo, Murri pieno. Vaccini ai dializzati, i medici di base si recano a domicilio. Dal 7 aprile Fermo sede vaccinale unica

1' di lettura 06/03/2021 - Dodici i pazienti arrivati dalle altre aree vaste in carenza di posti dei quali il Murri di Fermo si è fatto carico: sette dall’area vasta 3 e tre dall’area vasta 2, gli altri due, sempre dall’area vasta 2, sono in rianimazione. Rianimazione, coi suoi 7 posti, piena, così come medicina covid. Quasi al completo anche il reparto di malattie infettive.

Procedono intanto le vaccinazioni. A Petritoli si va avanti con il personale scolastico mentre, a Porto San Giorgio, con le Forze dell’Ordine, le cui vaccinazioni termineranno giovedì prossimo. Da venerdì 12 marzo, sia a Montegranaro che in Amandola, somministrazione della seconda dose per gli over 80 che, dal 20 febbraio, hanno ricevuto la prima. Quanto alle categorie fragili, vaccinazioni partite per i pazienti in dialisi; se nuove dosi arriveranno, la settimana prossima si conta di vaccinare anche altri pazienti fragili. I medici di base, giacché ora l’accordo c’è, partiranno dalla prossima settimana con le vaccinazioni a domicilio: 10.500 le richieste in tutte le Marche, circa 1.300 in area vasta 4. Dal 7 aprile operativa la scuola Don Dino Mancini a Fermo. Tutti gli altri punti vaccinali chiuderanno: numero di dosi permettendo, 1.000 vaccinazioni al giorno tutte concentrate a Viale Trento.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-03-2021 alle 14:00 sul giornale del 08 marzo 2021 - 1778 letture

In questo articolo si parla di attualità, posti letto, vaccini, fragilità, dializzati, area vasta 4, murri, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bRoM





logoEV
logoEV
logoEV