Vaccino-day per la Scuola. Inaugurato il Distretto Sanitario di Petritoli da insegnanti e bidelli.

3' di lettura 01/03/2021 - “Ne faremo 120 al giorno”. Amandola oggi chiude il suo punto. 2800 le dosi consegnate per il fermano. “Fino a 55 anni si userà Astra Zeneca”. Personale scolastico in fila, poi toccherà alle forze dell’ordine. Per la scuola si andrà avanti fino al 12 marzo. Operatori sanitari impegnati dalle 8 alle 20, anche la domenica.

Ampia l’area parcheggi di via Pacifico Marini, pronta ad ospitare auto fin dalle prime ore di questa mattina. Oggi per il personale scolastico della Provincia di Fermo è il vaccino day. Un significativo passo verso la normalità per il mondo scuola.

Insegnanti e bidelli sono in fila ben prima delle 8.00, tutti impazienti di ricevere la loro dose Astra Zeneca. Lo scenario è quello del Distretto Sanitario di Petritoli, luogo designato per queste vaccinazioni anticovid. Una location diventata famosa in queste settimane, dopo la battaglia portata avanti dal Sindaco di Petritoli, Luca Pezzani, che, insieme ai Sindaci della Valdaso e Valdete, ha ottenuto il sì dall’Asur 4 per attivare questo punto vaccini, così da offrire un servizio migliore ai cittadini del luogo.

Per le prenotazioni è stato sufficiente lo stesso metodo utilizzato con gli over 80: o il sito “prenotazioni.vaccinicovid.gov.it” o contattare il numero verde 800009966. In soli 3 giorni, sono state oltre 20.000 le adesioni registrate dall’Area Vasta, sintomo di quanto questo momento fosse atteso dalla popolazione fermana.

Le vaccinazioni, nel Distretto di Petritoli, si svolgeranno dal lunedì alla domenica, dalle ore 8.00, alle ore 20.00, con un piccolo break pomeridiano. Si protrarranno fino al 12 Marzo, con un numero di vaccinati al giorno che si aggira intorno a 120. Per ora sono 2800 le dosi di Astra Zeneca consegnate agli operatori sanitari e a seguire si proseguirà con le somministrazioni alle Forze dell’ordine.

Molto soddisfatti i dipendenti scolastici, felici di possedere una valida arma contro il covid: “Finalmente questo giorno è arrivato. Possiamo dire che oggi inizia una nuova primavera per il mondo Scuola – hanno raccontato alcuni insegnanti – fare il vaccino è un gesto fondamentale per la nostra salute, ma lo stesso tempo è importantissimo per proteggere gli alunni e tutto l’ambiente scolastico”.

Un’arma valida per sconfiggere il covid, infatti i medici spiegano come la vaccinazione protegga dalle conseguenze serie della malattia, che può comunque essere contratta, ma in forma particolarmente lieve, quasi impercettibile.

Con l’avvio delle vaccinazioni nel Distretto Sanitario di Petritoli, oggi chiude il punto di Amandola, che, in poco più di una settimana, ha somministrato 800 dosi agli anziani della zona montana. Nel frattempo continua ad essere attivo l’Ospedale di Montegranaro per i vaccini over 80 e a Fermo il punto Don Dino Mancini sarà operativo dal 7 Aprile, con la stima di 210 dosi somministrate al giorno.

Distretto Sanitario di Petritoli, quindi, attivo a pieno ritmo e con un importante obbiettivo da raggiungere: regalare al settore scolastico fermano un futuro più sicuro e ricco di normalità. Come spesso è accaduto in questi ultimi mesi, il Comune di Petritoli si conferma punto di riferimento per il territorio delle due valli.












logoEV
logoEV
logoEV