Truffa online, tre pugliesi denunciati dai Carabinieri di Petritoli. A spasso dopo le 22: sei sanzionati dai CC di Montegranaro

1' di lettura 28/02/2021 - Lotta alle truffe e all'inosservanza della normativa anti Covid: prosegue l'impegno dei Carabinieri della provincia di Fermo

Nel primo caso i militari della Stazione Carabinieri di Petritoli, coordinati dal luogotenente Quarta, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Fermo tre pugliesi che con artifici e raggiri, simulando la vendita online di un cellulare sul sito "Subito.it", si erano fatti accreditare da un giovane di Monte Giberto la somma di 350 euro su una Postepay riconducibile a uno dei tre malfattori, senza però inviare la merce. Vi è di più. I tre malviventi, non contenti della prima azione truffaldina, avevano tentato di vendere lo stesso cellulare anche alla madre della vittima, la quale, sospettando la truffa, aveva deciso di verificare se quello specifico cellulare fosse ancora in vendita, smascherando così le loro reali intenzioni, e non accreditando, naturalmente, alcuna ulteriore somma di denaro su di un'altra Postepay, sempre riconducibile ai tre pugliesi, come da loro richiesto.

I Carabinieri di Montegranaro invece, coordinati dal luogotenente Di Risio hanno assestato un bel colpo nell'azione di controllo sull'osservanza delle norme anti Covid. I militari infatti, nelle ore notturne di ieri, hanno pizzicato sei soggetti a spasso per le vie del territorio dopo le 22.00, senza alcuna valida giustificazione. Per i sei contravvenzionati è scattata la segnalazione alla competente autorità amministrativa.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-02-2021 alle 12:37 sul giornale del 01 marzo 2021 - 314 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, truffa online, comunicato stampa, dal Comando dei Carabinieri di Fermo, coprifuoco, violazione, pugliesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bQiv





logoEV
logoEV