Fermana, un punto salvezza alla fiera dei rigori sbagliati

4' di lettura 28/02/2021 - Un pari fuori casa di solito è un risultato positivo, ma potrebbe non esserlo se sbagli due rigori prima che la tua avversaria ne sbagli altrettanti, quindi gettando al vento la possibilità di mettere al sicuro il risultato già all'intervallo. In ogni caso alla fine termina 0-0 e il Carpi resta in classifica dietro alla Fermana, quindi considerando che i gialloblù sono rimasti in dieci dalla metà della ripresa, alla fine è la Fermana a sorridere.

Condotta di gara attenta della Fermana che ha chiuso al Carpi tutti gli spazi per verticalizzare e si è spesso resa pericolosa. Ma questa partita resterà nella storia dei primati per i quattro rigori falliti, due per parte. Ai gialloblù non succedeva da ben 18 anni di sprecare ben due penalty nella stessa partita, capitò a Benevento (serie C1) nel maggio 2003, con Gianluca Pittaluga e Guido Di Deo (e nella stessa stagione ne furono falliti altri due con Luca Bonfanti e con Dario Rocco).
Nella storia recente, negli ultimi due anni quattro i penalty falliti dalla Fermana, lo scorso anno con Molinari, Cognigni e Petrucci, due anni fa uno con Giandonato.

LA CRONACA - Giovanni Cornacchini schiera sull'out sinistro sia Mordini che Sperotto, spostando Neglia sull'out destro; in attacco confermato il duo D'Anna-Cognigni.
Il Carpi prevale nel possesso palla ma fa fatica a trovare spazi utili nei muniti reparti della Fermana che invece gioca di rimessa e crea al contrario pericoli più insidiosi in area avversa con D'Anna, Urbinati e Cognigni. Alla mezz'ora uscita in ritardo di Pozzi per prendere un retropasssaggio e atterra Cognigni che si stava inserendo, rigore, ma dal dischetto Neglia sbaglia il suo primo penalty con la Fermana, dopo averne tasformati ben cinque (più altri tre centri su azione), spedendo alto sopra la traversa. Passata la paura il mister carpigiano Pocheschi pensa di rimediare passando al 4-3-1-2 inserendo il trequartista De Sena al posto di un terzino per dare maggiore capacità di penetrazione ai suoi ma fino all'intervallo non cambia nulla, punge di più la Fermana con tutti i giocatori, si spingono spesso in avanti anche Mordini e Sperotto con azioni pregevoli.

Ad inizio ripresa ingresso dell'ex Fermana Bellini, poi la Fermana ha clamorosamente l'occasione di un secondo rigore a proprio favore (contrasto di Fofana su Neglia), ma dal dischetto ancora Neglia fallisce, concludendo angolato rasoterra ma troppo debole con Pozzi che intuisce e blocca in due tempi. Poco dopo si registra la prima vera parata della partita di Ginestra su De Sena. Al 23' terzo rigore della partita, questa volta è per il Carpi (fallo di Manetta, espulso per doppio giallo), ma anche questo rigore non va a segno grazie alla parta di Ginestra che si distende bene alla destra (tiro di De Cenco).
Fermana in dieci, quindi dentro Bonetto che va a coprire il vuoto al centro della difesa, Cornacchini rinuncia a Neglia, dentro Cais al posto di D'Anna, a questo punto la Fermana punta a tenere il gioco lontano dalla propria area ma c'è spazio per il quarto rigore, secondo per gli emiliani: Ferretti si fa respingere la conclusione da una ottima parata di Ginestra che intuisce e si distende bene alla sua destra.

Termina 0-0 con la Fermana in attacco, i gialloblù proseguiranno la serie di scontri diretti, decisivi per mantenersi a distanza di sicurezza dalla zona play out: mercoledì prossimo (ore 15) arriverà a Fermo il Cesena, quindi fuori il Fano e l'Arezzo in trasferta: il raggiungimento della quota salvezza per la Fermana passerà per queste tre partite.


CARPI (5-3-2) : Pozzi; Ercolani (34' De Sena), Sabotic, Venturi, Gozzi, Lomolino; Marcellusi (35' st Ceijas), Ghion (1' st Bellini), Fofana (35' st Bayeye); Giovannini (24' st Ferretti), De Cenco. A disp. Rossi, Eleuteri, Llamas, Varoli, Offidani, Ridzal, Marino. All. Sandro Pochesci.

FERMANA (4-4-2) : Ginestra; Rossoni, Manetta, Scrosta, Mordini (41' st Kasa); Neglia (25' st Bonetto), Urbinati, Graziano, Sperotto; D'Anna (20' st Cais), Cognigni (41' st Grossi). A disp. Colombo, Massolo, Manzi, Grbac, Palmieri, Cremona.

ARBITRO: Francesco Luciani di Roma 1; assistenti Antonio Piedipalumbo di Torre Annunziata e Andrea Nasti di Napoli; quarto ufficiale di gara Marco Peletti di Crema.

NOTE: espulso Manetta; ammoniti Fofana, Manetta; corner 0-4; recupero 3'+4'.




Paolo Bartolomei


Questo è un articolo pubblicato il 28-02-2021 alle 14:36 sul giornale del 01 marzo 2021 - 514 letture

In questo articolo si parla di sport, fermana, paolo bartolomei, carpi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bQiC





logoEV
logoEV
logoEV