Valdaso-Biodigestore: Vergari non molla. “Portiamo avanti il ricorso al Tar”.

3' di lettura 20/02/2021 - La squadra dei Sindaci continua la lotta contro l’ecomostro. “I tempi sono stretti. Occorre andare subito al Tar”. Presentata la diffida, ma la Provincia di Ascoli fa scena muta. “Non rispondono mai”. Prosegue la protesta dei cittadini. "Non si può calpestare il volere di un territorio intero. Bisogna ascoltare la comunità, altrimenti non è democrazia”.

Il biodigestore della Valdaso continua a far parlare di sè. Ecco un altro capitolo della diatriba politico-amministrativa che sta interessando l’intera Regione.

Nei giorni scorsi, c’era stata la diffida dei Sindaci fermani e ascolani, che l’avevano presentata contro la Provincia di Ascoli, fautrice dell’impianto insieme alla ditta incaricata. «Abbiamo richiesto l’annullamento della costruzione del biodigestore. Si tratta di un’opera che non serve a questo territorio. Da anni la Valdaso ha deciso di puntare sul turismo e sul settore agricolo. Un impianto di questo tipo bloccherebbe del tutto lo sviluppo dell’intera zona e creerebbe notevoli disagi e problematiche alla popolazione» avevano affermato i Sindaci.

Oggi a far sentire la sua voce è stato il Primo Cittadino di Santa Vittoria Fabrizio Vergari. Avete ricevuto una risposta dalla Provincia di Ascoli? «Assolutamente no. Da Ascoli silenzio stampa. D’altronde non rispondono mai. Noi abbiamo firmato, presentato ed inviato la richiesta di annullamento per la realizzazione dell’impianto. Questo era il nostro primo passo, ma non ci fermiamo qui. Andremo avanti».

Quali saranno le prossime mosse? «Abbiamo affidato il caso ad un legale, che sta studiando da vicino gli atti e tutti i documenti. Stiamo cercando di capire se ci sono i margini per muoverci e per dimostrare il grave torto che ci è stato fatto ed il pesante danno che si sta facendo alla Valdaso - ha spiegato Vergari – il prossimo passo sarà il ricorso al TAR».

Quindi ci sono possibilità per presentare il ricorso? «Direi proprio di si. In base alle nostre valutazioni, nella procedura sono presenti delle falle che possiamo utilizzare a nostro favore, dobbiamo scovarle e bloccare l’intero iter».

I tempi tecnici sono dalla vostra parte? «E’ inutile girarci incontro. I tempi sono stretti, infatti stiamo agendo con la massima rapidità, ma, personalmente, sono fiducioso. Ovvio, la battaglia sarà complicata, ma siamo ottimisti per l’esito finale. L’importante è preservare e custodire questa terra».

Come si è spiegato il fatto che lei e tanti altri Sindaci siate stati tenuti all’oscuro di tutto? Come è possibile che la Provincia di Ascoli non abbia informato affatto nessun Comune su quanto stava accadendo? Interessi politici o Economici? «A dire il vero non me lo sono ancora spiegato. Non ho compreso quali siano state le modalità che abbiano spinto le autorità a procedere in questo modo. Certo è che si tratta di un comportamento grave e che tutti i Sindaci ritengono inaccettabile. Si sta calpesando il grido di un intero territorio. Se si continua così, questa non può essere considerata democrazia – afferma Vergari – non so se dietro a tutto questo ci siano interessi politici o economici, fatto sta che come diceva Andreotti “a pensar male degli altri si fa peccato, ma spesso ci si azzecca”».

Una squadra di Sindaci unita e coesa, affiancata da cittadini pronti a sostenere la battaglia: «Io e i miei colleghi siamo fermi nelle nostre posizioni. Il nostro obbiettivo è andare fino in fondo. Mi ha fatto piacere anche sentire la presa di posizione da parte di Curti, Sindaco di Force. Un passo indietro che dà valore al nostro operato – conclude Vergari – fondamentale è anche l’appoggio dei cittadini, che stanno sostenendo le Amministrazioni in ogni passo. La comunità di Santa Vittoria, come negli altri Comuni, rimane totalmente contraria all’ecomostro».






Questo è un articolo pubblicato il 20-02-2021 alle 17:11 sul giornale del 22 febbraio 2021 - 551 letture

In questo articolo si parla di regione marche, turismo, politica, inquinamento, agricoltura, tar, biomasse, sindaci, democrazia, provincia di ascoli, valdaso, biodigestore, diffida, annullamento, impianti a biogas, articolo, pronvicia di fermo, ricorso al tar, alto fermano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bO7Z





logoEV
logoEV