x

SEI IN > VIVERE FERMO > POLITICA
articolo

Vaccini: Sindaci uniti. “Il Distretto Sanitario di Petritoli va usato”. 13 Comuni appoggiano la proposta.

3' di lettura
832

di Lorenzo Cortellucci


Presentata la richiesta a Livini. “Occorre istituire un nuovo punto vaccinazioni. Montegranaro ed Amandola non sono sufficienti”. Creare un servizio che vada incontro ai cittadini over 80. “Non vogliamo essere un territorio dimenticato. Petritoli presidio perfetto per raccogliere i residenti della Valdaso e Valdete”. Oltre 50.000 le richieste vaccini nelle Marche. Un punto in più servirebbe.

La campagna vaccini sta per entrare nel vivo. Oltre 50.000 gli over 80 marchigiani che si sono prenotati online per usufruire della prima dose. Già consegnate le fiale Moderna ed Astrazeneca. Il 20 febbraio sarà la prima giornata di vaccinazioni.

Già allestiti e pronti i punti di Amandola e Montegranaro dove saranno somministrate le dosi per l’Area Vasta 4. La Città ai piedi dei Sibillini è stata scelta per riunire i cittadini dell’area montana fermana, mentre l’Ospedale di Montegranaro per le restanti zone della Provincia.

Ben vengano due location per le vaccinazioni, ma probabilmente ne servirebbe un’altra. È quello che ha affermato nei giorni scorsi il Sindaco di Petritoli Pezzani, lanciando l’idea di utilizzare il Distretto Sanitario di Petritoli come ulteriore punto per i vaccini.

La proposta è stata subito ripresa dai suo colleghi, che hanno voluto dare il loro massimo appoggio. Tutti i Sindaci della Valdaso e della Valdete si sono mossi nella stessa direzione di Pezzani ed hanno promosso il Distretto petritolese come ulteriore punto per la campagna vaccinazioni. Da qui è seguita la lettera presentata ed inviata al Direttore dell’Area Vasta 4 Livini, dove è spiegata l’importanza di avere un sito in più per i cittadini over 80.

13 Sindaci hanno firmato il documento, tutti uniti per fornire un servizio migliore alla popolazione: “Dopo aver lanciato l’idea, ho avuto l’appoggio di molti Comuni, sono felice di questo. Significa che anche altri colleghi volevano esprimere questa esigenza – afferma Pezzani – Crediamo che questo punto aggiuntivo per i vaccini sia importate per il territorio. L’ex Presidio ospedaliero di Petritoli è la location perfetta per istituirlo, perché riesce a raccogliere l’intera area della Valdaso e della Valdete”.

Andare incontro agli over 80 e coprire in modo più omogeno l’intera Provincia: “Con questa proposta al Direttore Livini, vogliamo evitare situazioni pregiudiziali per la popolazione over 80, soprattutto per gli anziani soli e che hanno difficoltà negli spostamenti per raggiungere i punti di vaccinazione. Istituire questo nuovo centro per i vaccini, darebbe una significativa risposta a tutto il territorio. Il Distretto di Petritoli è il luogo adatto, perché, nella Provincia, non ci sono altri presidi sanitari adeguati ad un’utenza numerosa. Il territorio fermano è vasto ed i Comuni lontani dai grandi centri non vanno lasciati in secondo piano”.

Non vogliamo essere dimenticati: “Auspico che la Regione e l’Area Vasta 4 prendano in serie considerazione questa proposta – conclude Pezzani - Noi non vogliamo più essere un territorio dimenticato, ma vogliamo diventare un punto di riferimento e con questa occasione l’Asur può dimostrare che questa zona conta e che siamo fondamentali per questa Provincia”.

A firmare la lettera sono stati i Sindaci dei Comuni di Pedaso, Altidona, Lapedona, Moresco, Monte Giberto, Monterubbiano, Monte Rinaldo, Ortezzano, Monte Vidon Combatte, Montottone, Ponzano di Fermo e Campofilone. Tra oggi e domani è attesa la risposta del Direttore Livini. L’augurio è che la voce unanime di 13 Sindaci venga ascoltata per il bene del territorio.



Questo è un articolo pubblicato il 15-02-2021 alle 11:26 sul giornale del 16 febbraio 2021 - 832 letture