Rsa-Amandola: positivi un Oss e un paziente. Possibile focolaio?

2' di lettura 04/02/2021 - Nella struttura sanitaria registrati 2 positivi. “La situazione è sotto controllo e monitorata dall’Asur”. L’operatore sanitario è in quarantena domiciliare, mentre il paziente è stato trasferito. Evitare a tutti i costi il rischio focolaio.

La lotta contro il covid continua. 13.000 i contagiati di ieri in tutta Italia, un numero simile ai dati dei giorni precedenti. Nel territorio fermano sono stati 52 i nuovi positivi, la nostra è la terza Provincia più colpita, dopo Ancona e Pesaro-Urbino.

Ancora alto il numero dei decessi nelle ultime ore, 15 in tutta la Regione. Strutture ospedaliere impegnate costantemente, ma alcune situazioni stanno migliorando. È il caso dell’Ospedale Murri di Fermo, una realtà che aveva suscitato l’interesse nazionale nelle ultime settimane.

Dopo il focolaio covid esploso all’interno, l’unico Ospedale della Provincia sta tornando ad una lenta tranquillità. Prima il codice rosso, con l’attivazione della Fase 3 di massima allerta da parte dell’Asur 4, struttura isolata ed interi reparti interamente dedicati ai pazienti covid. Negli ultimi giorni, fortunatamente, si è entrati nella Fase 2, con la diminuzione dei pazienti positivi e l’alleggerimento nei rispettivi reparti. Da ora, quindi, l’ingresso nella Fase 2 del percorso pandemico, con la normale ripresa delle attività chirurgiche.

Da una situazione di relativa tranquillità, passiamo ad un’altra che, negli ultimi giorni, ha destato particolare preoccupazione. Nella Rsa della Città di Amandola, sono stati registrati 2 casi positivi. Si tratta di un paziente e di un Operatore socio sanitario. Fin da subito è scattata la macchina operativa dell’Asur 4, che ha attivato tutti gli accertamenti e i protocolli del caso per comprendere se il contagio sia venuto dall’interno o portato dall’esterno.

Il rischio focolaio c’è e non è da escludere, anche se il quadro, nella giornata di ieri, è più stabile. Il dipendente sanitario della struttura è stato subito posto in quarantena domiciliare, a sua volta il paziente contagiato è stato trasferito. Gli altri ospiti della Rsa alloggiano in stanze singole, quindi non sarebbero venuti a contatto con il positivo. Tuttavia, come le norme richiedono, sono stati effettuati tutti i tamponi del caso agli altri operatori e degenti, fortunatamente non sono stati registrati ulteriori casi di positività, ha spiegato il Sindaco di Amandola.

La situazione, al momento, non desta troppi allarmismi e nei prossimi giorni, come da prassi, si procederà ad ulteriori tamponi ed accertamenti per scongiurare eventuali nuove positività.






Questo è un articolo pubblicato il 04-02-2021 alle 11:38 sul giornale del 05 febbraio 2021 - 697 letture

In questo articolo si parla di cronaca, regione marche, ospedale murri, rsa, Comune di Amandola, provincia di fermo, contagi, operatore socio sanitario, oss, pazienti, articolo, alto fermano, coronavirus, covid 19, tamponi, fase 3, focolaio covid

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bMwV





logoEV
logoEV
logoEV