Porto Sant'Elpidio, "tesoretto stupefacente" in casa: due arresti e droga sequestrata

2' di lettura 28/01/2021 - Lo sforzo di ore e ore di appostamenti è stato premiale per i Carabinieri della Stazione di Porto Sant’Elpidio, coordinati dal luogotenente Badini.

Sviluppando un’informazione acquisita sul territorio, nelle settimane scorse i militari hanno iniziato a seguire i movimenti di una vecchia conoscenza, una donna di origine foggiana, già gravata da precedenti per droga, la quale era tornata attiva nella vendita al dettaglio di stupefacente tra i giovani della zona di Porto Sant’Elpidio.

Già nei giorni scorsi, infatti, i Carabinieri, a titolo di riscontro, hanno fermato un paio di clienti, i quali sono stati trovati in possesso di piccole dose di cocaina, appena acquistate presso l’abitazione della donna. Per loro, all’epoca, era scattata la segnalazione amministrativa al Prefetto di Fermo, per uso personale di sostanza stupefacente.

La prosecuzione degli appostamenti dopo quel riscontro e lo sviluppo degli accertamenti sul conto della 40enne foggiana, sono culminati con l’irruzione eseguita presso la sua abitazione da due squadre di Carabinieri, sia in borghese che in divisa, supportati da una Unità Cinofila della Guardia di Finanza di Fermo.

L’operazione, coordinata dal luogotenente Badini, supervisionata dalla Compagnia CC di Fermo, ha poi conseguito un eccellente risultato. In quell’abitazione, infatti, i militari hanno rinvenuto un piccolo “tesoretto stupefacente”, che la donna nascondeva insieme ad un suo ospite, un croato 60enne, pure gravato da numerosi precedenti per droga, reati contro la persona e il patrimonio. Al termine della perquisizione, quindi, i Carabinieri hanno rinvenuto 126 grammi di eroina, 18 grammi di cocaina e 11 grammi di mannite per il taglio della droga. Hanno rinvenuto anche un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento delle dosi e la somma di denaro contante pari a 1.400 euro circa, provento dell’attività illecita.

Nei confronti dei due pregiudicati, al termine delle formalità di rito, i CC hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato per detenzione di sostanza stupefacente con finalità di spaccio, in concorso. Per entrambi si sono poi aperte le porte di una stanza di detenzione: per il croato nel Carcere di Fermo, per la pugliese in quello di Pesaro.

Tutta la sostanza stupefacente rinvenuta, la mannite, il bilancino di precisione e il materiale per il confezionamento delle dosi, sono stati sequestrati. Il denaro rinvenuto, pure sequestrato, è stato versato su un libretto fruttifero.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-01-2021 alle 13:55 sul giornale del 29 gennaio 2021 - 657 letture

In questo articolo si parla di cronaca, comunicato stampa, dal Comando dei Carabinieri di Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bLwS





logoEV
logoEV