Porto Sant'Elpidio, ex Gigli: supporto allo start up per la creazione di un polo culturale

3' di lettura 26/01/2021 - L'Amministrazione Comunale ha deliberato l’approvazione di un progetto riguardante l’Ex Cine Teatro Beniamino Gigli, che verrà acquistato nel corso del 2021, al fine di supportare lo start- up per la creazione di un Polo Culturale mediante partecipazione ad un avviso pubblico denominato “Fermenti in Comune”.

L’ANCI, infatti, in accordo con la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio civile universale, ha emesso tale avviso pubblico per la presentazione di proposte progettuali di protagonismo giovanile per il rilancio dei territori; L’avviso prevede la possibilità di presentare candidature per progetti rivolti alla popolazione giovanile che interessino una o più tra le seguenti aree di intervento: Uguaglianza per tutti i generi, inclusione e partecipazione , formazione e cultura , spazi, ambiente e territorio, autonomia, welfare, benessere e salute.

Il progetto dell’Amministrazione comunale prevede che il Polo Culturale Beniamino Gigli vada ad ospitare al piano primo la Biblioteca comunale Carlo Cuini mentre al piano terra, dove sono presenti altri spazi a destinazione pubblica, si creerà uno spazio multifunzione con una vocazione culturale.

Ai fini della costruzione della rete di partenariato ed in considerazione della destinazione dell’immobile quale contenitore culturale è stata chiesta all’AMAT, di cui il comune è socio e che già collabora con il comune per la gestione del Teatro delle Api, la disponibilità ad assumere il ruolo di partner tecnico del progetto e allo stesso tempo è stata attivata una collaborazione con l’Istituto Scolastico Carlo Urbani con il duplice scopo di costituire un tavolo di co - progettazione con i rappresentanti degli studenti e di individuare dei referenti dei ragazzi all’interno di una Cabina di Regia che andrà poi a seguire l’avvio delle attività che saranno ospitate nell’immobile con lo scopo ulteriore ed auspicabile di favorire la nascita e lo sviluppo, all’interno della città, di un associazionismo giovanile organizzato e strutturato che purtroppo è ancora poco presente.

A prescindere dalle normali funzioni tipiche della biblioteca, il nuovo polo culturale sarà un ambiente polivalente e camaleontico, un luogo di cultura trasversale in cui sarà possibile organizzare concerti, mostre, convention, oltre ad incontri con gli artisti protagonisti delle future stagioni teatrali, un luogo funzionale in cui esprimere interessi, passioni, hobby reso ancor più confortevole al piano terra dal punto ristoro che ne completerà l’offerta.

Il progetto candidato a finanziamento ha un costo complessivo di 162.000 euro e qualora approvato vedrà l’elargizione di un contributo pari alla metà dell’importo. La restante parte verrà cofinanziata da Comune e Amat.

“ E’ fondamentale, soprattutto in questo momento storico che stiamo vivendo, - spiega il Sindaco Nazareno Franchellucci - rendere sempre più protagonisti i giovani del loro futuro cercando di realizzare ed attuare misure in grado di trasformare davvero il Paese, partendo dalle loro idee. L’obiettivo è indentificare i bisogni sociali della popolazione giovanile, promuovendo soluzioni e azioni di sviluppo locale, attraverso il loro coinvolgimento diretto nella progettualità.”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-01-2021 alle 12:07 sul giornale del 27 gennaio 2021 - 220 letture

In questo articolo si parla di attualità, porto sant'Elpidio, Comune di Porto Sant'Elpidio, gigli, comunicato stampa, polo culturale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bLbn





logoEV
logoEV
logoEV