Fermo, emergenza Covid. "Responsabilità e condivisione": questa la richiesta della lista "La città che vogliamo"

2' di lettura 25/01/2021 - La lista "La città che vogliamo" invita le forze politiche della città ad assumere un atteggiamento responsabile e collaborativo di fronte all'emergenza pandemica.

"Le polemiche e i rimbrotti cui stiamo assistendo in questi giorni tra maggioranza e opposizione, e che investono anche il ruolo della commissione consiliare sulla sanità, denunciano una non chiara consapevolezza di quello che dovrebbe essere l'impegno dialettico ma costruttivo e collaborativo tra le diverse sensibilità politiche in campo.

Facciamo nostro l'appello del sindaco Calcinaro perché di fronte a tale emergenza si assuma un atteggiamento unitario a tutela della salute dei cittadini sostenendo e agevolando le strutture e le competenze professionali di chi quotidianamente combatte la pandemia sul campo.

La lista "La città che vogliamo" ha il privilegio e l'onore di avere tra le proprie file figure come quelle del medico chirurgo Gaetano Massucci, impegnato anche al covid center di Civitanova Marche, dell'infermiere di terapia intensiva e presidente AIDO Luca Moreschini, del referente amministrativo della casa di riposo “Sassatelli” Alessandro Fedeli che vivono ogni giorno il dramma del covid-19, e non ci siamo mai permessi, per rispetto nei loro confronti e di tutti i cittadini, di scivolare in battute o interventi fuori luogo cui, purtroppo, abbiamo assistito anche recentemente.

Richiamiamo dunque ad una maggiore serietà le forze politiche della città perché si dimostrino all'altezza della inedita ed assoluta gravità della situazione e perché siano di esempio virtuoso ai fermani e non cavalchino polemiche pretestuose. Siamo tutti dalla stessa parte: da quella dei cittadini che desiderano superare quanto prima la fase emergenziale.

Adoperiamoci costruttivamente a lavorare insieme, sul piano politico ed amministrativo, perché si adottino tutte le misure, sanitarie, sociali ed economiche per contrastare le nefaste conseguenze del covid e perché la costruzione del nuovo ospedale a Campiglione si attui seguendo una pianificazione efficace e lungimirante.

Ben venga dunque la richiesta di coinvolgimento delle opposizioni ed il confronto necessario con il presidente della regione sulla situazione del “Murri”, ribadendo l'urgenza di non prestarsi a strumentalizzazioni che nulla hanno a che fare con la serietà e la responsabilità che una situazione del genere richiede".




redazione Vivere Fermo


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-01-2021 alle 16:27 sul giornale del 26 gennaio 2021 - 203 letture

In questo articolo si parla di sanità, cronaca, attualità, opposizione, fermo, polemiche, maggioranza, notizie, la città che vogliamo, Redazione VivereFermo, comunicato stampa, covid

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bK4F





logoEV