Ruggeri (M5S): "La scuola non merita polemiche, riattiviamo la didattica in presenza per il bene dei nostri ragazzi"

2' di lettura 19/01/2021 - “Oggi (martedì 19, ndr) in consiglio regionale è stata discussa la nostra interrogazione sul ritorno in classe degli studenti delle scuole medie superiori”. Così la capogruppo del M5S in una nota.

“Ho ribadito che la ripresa delle lezioni in presenza è assolutamente necessaria e urgente, per non peggiorare gli effetti, già oggi traumatici, sull’educazione e la socialità di una generazione di ragazzi che rischia di essere ricordata come la “generazione in pigiama”. Bene quindi la decisione del Governo e l’adesione della Regione Marche al programma di riapertura.”

La consigliera del M5S dice: “L’amministrazione regionale è però in ritardo sulle misure per consentire un ritorno a scuola in sicurezza degli studenti marchigiani e come al solito la maggioranza butta la palla in tribuna addebitando le colpe al Governo.

Alla Giunta regionale, che lamenta carenza di fondi, ricordiamo che lo Stato è intervenuto con abbondanti risorse sia per il miglioramento del servizio di trasporto scolastico (300 milioni di Euro a valere sul fondo straordinario per il T.P.L.) sia per gli interventi sulle scuole.

Per non citare le risorse del fondo per le funzioni degli Enti Locali, che sommando quanto disposto dal decreto rilancio e dal decreto agosto è arrivato a 5 miliardi, ed è destinato a salire ulteriormente. Sono risorse utilizzabili da Comuni e Provincie per tutte le spese legate all’emergenza pandemica, in primis la scuola”.

Così Ruggeri conclude: “Ho ribadito in aula la necessità che la prevista quota del 50% delle presenze ammesse sia distribuita all’interno delle classi. Solo così si può garantire il necessario distanziamento.

Abbiamo qualche perplessità sull’efficacia risolutiva degli impianti per la depurazione dell’aria che la Regione ha annunciato di acquistare, che peraltro potranno entrare in funzione, se tutto va bene, a primavera inoltrata, quando l’areazione sarà più agevole aprendo le finestre.

I centri di prelievo per lo screening agli studenti, necessari per isolare i casi di infezione, andrebbero più efficacemente organizzati in prossimità dei campus scolastici, per evitare ulteriori necessità di spostamento e rischi di assembramento connessi.


da Marta Ruggeri
Consigliere regionale M5S





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-01-2021 alle 16:49 sul giornale del 20 gennaio 2021 - 155 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, consigliere regionale, Movimento 5 Stelle, M5S, marta ruggeri, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bJ9F





logoEV
logoEV