La promozione della Fermana nel 1998-1999: a gennaio vittoria decisiva con la Battipagliese

calcio a 5 generico 4' di lettura 20/01/2021 - Il calcio marchigiano, e men che meno quello fermano, non ha vissuto grandi momenti di gloria nonostante la nostra sia una regione da sempre economicamente molto florida, con diverse aziende di prestigio, e molto attenta agli sport, anche a quelli considerati “minori”, nei quali si è imposta diverse volte fra basket e pallavolo.

Nella classifica perpetua per campionati disputati in Serie A dal 1929, appaiono solo l’Ascoli e l’Ancona, rispettivamente in trentesima posizione i bianconeri con 16 partecipazioni, e in sessantatreesima posizione l’Ancona, con due partecipazioni. La regione Marche ha inoltre visto “solo” quattro squadre disputare il campionato di Serie B, fra cui la Fermana. Infatti nella stagione 1998-1999, la squadra giallo blu fu capace di una vera e propria piccola impresa sportiva, beffando il Palermo alla penultima giornata di campionato. Attualmente sia il Palermo che la Fermana sono in Serie C, ma apparentemente senza grandi progetti ulteriori, né preoccupazioni, anche se il campionato è ancora lungo. Ripercorriamo quell’evento di 31 anni fa che portò i colori della Fermana alla ribalta e che avvenne grazie a una svolta proprio nel periodo in cui ci troviamo attualmente: la vittoria contro la Battipagliese a gennaio per 2-0.

Serie C 1998-1999: girone d’andata da retrocessione, poi la svolta

La Fermana che si apprestava ad affrontare il campionato di Serie C1 1998-1999, era allenata da Ivo Iaconi, all’epoca giovane allenatore di Teramo in cerca di riscatto dopo due parentesi non brillantissime fra Trapani e Taranto, ma con idee chiare. L’inizio del campionato sembrava positivo, dopo quattro punti nelle prime due partite, ma poi qualcosa si bloccò e dopo la sconfitta a Foggia alla terza giornata, ci fu solo la gioia a Giulianova alla quinta giornata di campionato e poi una serie di risultati altalenanti che avrebbero portato la squadra di Iaconi al penultimo posto a dicembre. Di rimonte ne abbiamo viste non poche, ma molto spesso da squadra già molto forti, così come in Serie A, ad esempio. Nel campionato attuale di A, non sorprenderebbe la vittoria finale della Juventus, a quota 3,00 dietro solo all’Inter secondo le scommesse online di Betway al 12 gennaio, ma nella Serie C 1998-1999 i valori in campo erano o quanto meno apparivano ben chiari. Il Palermo era la “corazzata” e aveva decisamente più possibilità di promozione in Serie B. All’inizio del nuovo anno, dunque, la Fermana non aveva assolutamente alcuna possibilità di fantasticare su una promozione. Intanto ai piani alti della classifica si appaiavano squadre ben attrezzate, come la Juve Stabia, il Giulianova e il Savoia.

La vittoria con la Battipagliese di gennaio e il cambio totale

Non che la Fermana fosse fra le candidate alla vittoria del campionato di Serie C1, ma quanto meno i tifosi gialloblu si sarebbero aspettati qualche soddisfazione in più, considerando anche la presenza di altre due squadre marchigiane, l’Ancona e l’Ascoli. Ma immediatamente dopo la sosta natalizia il campionato della Fermana giunse a un punto di svolta proprio nell’ultima partita del girone d’andata. La vittoria per 2-0 contro la Battipagliese, fino a quel momento penultima insieme ai marchigiani, dà motivazione e orgoglio alla Fermana, che conquisterà tre vittorie consecutive. Dopo una serie di risultati utili consecutivi, la Fermana arrivò ad aprile nei piani alti della classifica, scavalcando in successione le altre due marchigiane Ascoli e Ancona, arrivando al terzo posto a cinque partite dalla fine. Già questa sarebbe stata un’impresa sportiva: dal penultimo posto al terzo in poco meno di quattro mesi, ma la squadra del presidente Belleggia, imprenditore nel settore calzaturificio, come da tradizione nel fermano, e del patron Battaglioni, iniziò a prenderci gusto e nel rush finale superò prima la Juve Stabia, che cedette clamorosamente nelle ultime giornate dopo essere stata in testa per mesi, e poi il Palermo, che perse a Giulianova nella penultima giornata. Il campionato di Serie C girone B 1998-1999 recitava storicamente dunque Fermana prima, con 58 punti, seguita dal Palermo a 56 e dalla Juve Stabia a 54.

Fu quello un campionato clamoroso, che per le dimensioni della realtà fermana può avere lo stesso valore che ebbe lo scudetto del Leicester City in Inghilterra con Ranieri, oppure della salvezza della Reggina di Mazzarri, che in Serie A partì da un depressivo meno 17. Alle Marche servono stimoli e esempi sportivi del genere per alimentare la cultura sportiva: nella nostra regione i talenti non mancano e da Mancini a Olivieri, tuttora i calciatori marchigiani sono protagonisti fra A e B.






Questo è un articolo pubblicato il 20-01-2021 alle 11:24 sul giornale del 20 gennaio 2021 - 25 letture

In questo articolo si parla di sport, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bKgP





logoEV
logoEV