Emergenza pandemica e personale, Cardone (Fials): "carenza programmata, con la pandemia nodi venuti al pettine"

3' di lettura 18/01/2021 - "Aldilà di tutto i numeri sono impietosi e parlano chiaro, poi esiste un modo differente di leggerli e valutarli".

Così il segretario Provinciale FIALS Fermo Francesco Cardone, che rilancia: "Già all'inizio del 2019 la O.S. FIALS aveva riportato l'attenzione sulla disparità del piano assunzioni sulle diverse Aree Vaste dove ne uscivano penalizzate Fermo Ascoli e Macerata (il recupero economico addebitato all'AV4 da parte dell'ASUR centrale pari a circa 1,6 milioni di euro che tradotto in professionalità è un taglio di 50 unità).
Oggi, col problema pandemico in corso questa “carenza programmata” ha fatto si che i nodi venissero al pettine e con la chiusura dell'anno 2020 l'ha reso ancora più evidente.
Fare i conti con il piano assunzioni 2020-2022 ha importanza relativa in quanto a nulla serve dire che “ci verranno date determinate figure e recupereremo un numero tot di teste”: il problema resta sempre ed è adesso!
Se chi dirige avesse preso diversa posizione non accettando tali dettami forse, e dico forse, la situazione sarebbe stata meno grave di quella attuale in materia di personale.
Conseguenza al focolaio interno al Murri: la POTES 118 di Sant'Elpidio a Mare viene trasformata in infermieristica pertanto senza medico in equipaggio poiché questi devono rinforzare il Pronto Soccorso di Fermo dove la maggioranza di medici, infermieri ed oss sono in quarantena per Covid. Aggiungiamo anche le chiusure di Cure Intermedie di Sant'Elpidio a Mare, Residenza Sanitaria Riabilitativa di Porto San Giorgio, RSA di Montegranaro, riduzione di posti nel Reparto Cardiologia ed Utic, ridotto i posti di Cure Intermedie di Montegiorgio, ed in ultimo l'impossibilità di attivare dei posti di cure presso il covid Center di Civitanova.
Dire essere in braghe di tela è pressapoco un'eufemismo, ma nonostante ciò il Dr. AV4 Livini esordisce dicendo che “...la parte sindacale, invece, per fornire un contributo utile e propositivo, potrebbe intervenire maggiormente a livello regionale per ottenere un’assegnazione delle risorse in maniera equa”; e allora la domanda sorge spontanea: ma durante il periodo estivo, unitamente alla passata direzione politica regionale dove eravate? Forse a preparare la campagna elettorale?
La O.S. FIALS ha sempre dato il giusto contributo, addirittura eravamo pronti a dare il nostro appoggio alla Direzione per un cambio di rotta, abbiamo chiesto un incontro pubblico alla direzione in tempi non sospetti per spiegare determinate posizioni, ma nulla di tutto questo è accaduto.
Oggi ci viene chiesto di intervenire a livello regionale quando il vessillo è di colore diverso a quello precedente, in passato mai ci è stato chiesto questo e ci domandiamo come mai? L'onestà intellettuale alberga in altri ambiti purtroppo e si è sempre più avvezzi ad avere memoria corta.
Ora date il tempo ai nuovi di lavorare; agli altri consigliamo un religioso silenzio vista la politica dei tagli che si è perpetrata da un ventennio a questa parte.




redazione Vivere Fermo


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-01-2021 alle 21:09 sul giornale del 20 gennaio 2021 - 246 letture

In questo articolo si parla di attualità, sindacati, personale, carenza di personale, comunicato stampa, covid 19

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bJ2j