Il Segretario Regionale CISL Giuseppe Donati incalza il direttore di area vasta 4

2' di lettura 17/01/2021 - In una nota che pubblichiamo nella sua interezza dice: "Non ho voglia, in qualitá di Segretario Regionale CISL FP Marche, di polemizzare con un Direttore di Area Vasta che contesta i dati che la sua Azienda (quindi Asur) ha ufficializzato in un ampio documento riguardante il Piano Triennale di Fabbisogno di Personale. Unici dati ufficiali sulle entrate ed uscite del personale, trasmessi alle Organizzazioni Sindacali."

E prosegue scrivendo: "Pleonastico ribadire che la lettura degli stessi dati è stata male interpretata sempre dal medesimo Direttore. Lo schema contestato aveva per oggetto "Personale dipendente in Area Vasta 4 al 31-12-2020" Differenza con il 2019.
Non c'è alcun dubbio, in base ai dati del documento Asur, che il saldo per AV4 è negativo - 44 e che la differenza tra 2020 -2019 ha pure generato un risparmio economico seppur minimo. Fatto questo, non certo virtuoso in piena emergenza sanitaria. Ora, sempre per non sprofondare a livelli di battibecco da "comari paesane" ove vorrebbe portarmi il Direttore di AV in grande carenza di argomenti, chiederei, qualora fosse vera la tesi del 'tanto" personale in piú assunto per la sanità di Fermo (tesi assolutamente non vera): i provvedimenti di chiusure, accorpamento, riduzione di servizi, affidamento alle Cooperative, che cittadini, malati ed operatori hanno dovuto subire in questi mesi, a cosa sono serviti?
Ricordo ai piú distratti che Area Vasta 4 ha perso Cure Intermedie di Sant'Elpidio a Mare, Residenza Sanitaria Riabilitativa di Porto San Giorgio, RSA di Montegranaro, ha praticamente decimato i posti del Reparto Cardiologia ed Utic, ridotto i posti di Cure Intermedie di Montegiorgio.
Fatto determinante per le sorti del Murri, non ha potuto attivare nemmeno un modulo al Covid Center, proprio per carenza di medici, Infermieri, OSS e Tecnici Sanitari, riducendo l'unico ospedale del territorio a Ospedale misto anzi Covid. In ultimo, sempre per amore di verità e chiarezza, parliamo dell'invito del Direttore fatto al Sindacato, di pressare la Regione per avere le assunzioni di personale.
Se non stessimo in piena emergenza, tutto questo sarebbe molto divertente. Invece fa solo rabbia. Fino a 12 mesi fa, il Direttore, il suo portavoce estemporaneo, il Direttore del Personale, sostenevano a mezzo stampa, nei medesimi modi in cui oggi si vorrebbe delegittimare le denunce della CISL FP, che il grido di allarme del Sindacato sulle gravissime carenze di personale, fossero strumentali e non corrispondenti alla situazione della sanitá fermana.
Bando alle polemiche ma la veritá va detta SEMPRE anche quando scomoda. Sarebbe il caso, che tutti coloro che hanno l'onore e l'onere di rappresentare i bisogni e la dignitá di una comunitá di 170.000 abitanti (non mi riferisco al solo Direttore stavolta) facessero il loro dovere di rappresentanti di una Provincia ormai lasciata sola."






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-01-2021 alle 08:33 sul giornale del 18 gennaio 2021 - 621 letture

In questo articolo si parla di lavoro, cisl, redazione, fermo, personale, pandemia, area vasta 4, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bJMs





logoEV
logoEV