Giuseppe Giordani: l'uomo che incantò il Teatro dell'Aquila

2' di lettura 04/01/2021 - Moriva a Fermo il 4 Gennaio 1798 Giuseppe Giordani, compositore e produttore teatrale di origine napoletana, personaggio di punta della scena artistica fermana, e non solo, di fine Settecento.

Di nascita partenopea, sui primi anni di vita del Giordani sorgono diversi dubbi. Si sa che nasce nella città di Napoli e che la data è compresa tra gli anni Quaranta e Cinquanta del Settecento. Allievo presso il Conservatorio di Santa Maria di Loreto nella sua città natale, Giordani, nel corso della sua carriera musicale, si rivelerà un vero talento, nonostante la prima porta chiusa al Teatro San Carlo di Napoli.

Andrà in scena prima al Teatro della Pallacorda a Firenze, al Teatro di Corte di Modena per poi tornare in terra d'origine presso il Teatro del Fondo. Prolifiche saranno le sue rappresentazioni serie e comiche nelle città dell'Italia settentrionale (Mantova, Bergamo, Trieste, Bologna, Venezia, Genova), ma sarà nel 1787 che riscuoterà un grandissimo successo con La distruzione di Gerusalemme in scena allo stesso San Carlo, dando il via alla consueta rappresentazione di opere teatrali nel periodo pasquale.

Da qui sarà assai richiesto presso i più importanti teatri dell'epoca, tra cui quello dell'Aquila della città di Fermo, teatro inaugurato alla fine del Settecento proprio con due piéces teatrali dello stesso Giordani: La Morte di Abele il 26 Settembre 1790, e la già citata Distruzione di Gerusalemme il 20 Agosto 1791, ricevendo poco tempo prima anche la nomina di maestro di cappella della Cattedrale di Fermo.

Detto il Giordaniello, nome con cui egli stesso firmava le sue opere teatrali, Giuseppe Giordani fu molto attivo in campo compositivo, elaborando circa una ventina di piéces e una decina di componimenti di musica sacra, vari duetti e componimenti per musica da ballo. Apprezzato in vita per la sua capacità di giostrarsi tra opere di carattere sacro e profano, diverrà, di fatto, un maestro ineguagliabile in questa alternanza di generi. Morirà il 4 Gennaio 1798 a Fermo all'età di circa cinquant'anni.






Questo è un articolo pubblicato il 04-01-2021 alle 09:23 sul giornale del 05 gennaio 2021 - 311 letture

In questo articolo si parla di attualità, inaugurazione, fermo, teatro dell'aquila, compositore, settecento, articolo, Luigi De Signoribus

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bHR1





logoEV
logoEV