x

SEI IN > VIVERE FERMO > POLITICA
articolo

Amandola: Nuovo Ospedale e Medicina procedono. “Il covid non ci ha fermati”.

3' di lettura
589

di Lorenzo Cortellucci


Entro Dicembre il nuovo reparto di medicina sarà operativo. Social housing terminato e in fase di assegnazione gli appartamenti. Marinangeli: “Il momento è complesso. Siamo vicini alla comunità ogni giorno. Già attivati contributi e fondi per famiglie e attività commerciali. Supereremo anche questa emergenza”.

Il covid sta mettendo in ginocchio gran parte d’Italia. Molte le conseguenze scatenate dal virus e non è facile ovviare a tutte le criticità sviluppatisi. Di sicuro c’è chi ha scelto di non mollare e anziché tirarsi indietro, ha voluto compiere un altro passo avanti, come il Comune di Amandola che, nonostante l’emergenza, sta portando avanti i tanti cantieri e ogni giorno rinnova la sua vicinanza alla popolazione.

Sindaco, com’è la situazione epidemica nella Città? “Il quadro covid è costantemente sotto controllo. Dopo l’aumento generale dei contagi, che anche qui ci ha toccati, ora tutto sembra procedere per il meglio. Alcune persone stanno seguendo la quarantena da casa e altri cittadini, dopo i test, sono tornati ad essere negativi”.

Come ha reagito la popolazione a questa seconda ondata? “Ognuno ha compreso la complessità del momento e tutti hanno mostrato un comportamento responsabile – spiega Marinangeli – come nel primo lockdown, anche in queste settimane i cittadini stanno seguendo con accuratezza e dignità le varie norme”.

Una situazione difficile per attività commerciali e categorie più fragili. Che aiuti avete messo in campo? “Si è vero, le conseguenze economiche causate dal covid sono molte ed hanno colpito a pioggia sia i commercianti che intere famiglie. Come Amministrazione siamo in costante contatto con la Caritas e la Protezione Civile, che stanno facendo un lavoro encomiabile per sostenere queste categorie e voglio ringraziarli. Non sono poche le persone che necessitano di aiuto, noi le stiamo sostenendo giorno per giorno – afferma il Sindaco – dal bilancio comunale abbiamo attivato varie tipologie di contributi che andranno a portare benefici, come l’abbattimento della Tari e dell’Irpef, oltre al rimborso del 20% del costo degli affitti, senza dimenticare i 50.000€ per la promozione a favore delle attività commerciali”.

Aiuti fondamentali e doverosi: “Si tratta di fondi necessari per uscire da questa emergenza. Vogliamo dare un sostegno concreto a famiglie ed attività commerciali. Sottolineo, inoltre, come l’Amministrazione stia agendo con riservatezza e rispetto della dignità di ogni cittadino”.

Il nuovo reparto di Medicina come procede? “Medicina è pronta. Lavori conclusi e arredi terminati. I 25 posti letto ed i 7 ambulatori aspettano solo di essere attivati, inoltre in ogni stanza è stato istallato il gas medicale, una strumentazione necessario in questo periodo. Tutti i documenti sono apposto, attendiamo solo il contratto per il comodato d’uso e il via libera definitivo dall’Asl e Asur, cha stanno lavorando intensamente per limare gli ultimi dettagli”.

Questa nuova ondata non vi ha rallentato? “Temevamo proprio questo, ma siamo stati pronti e tutto sta procedendo come da programma. Il nuovo reparto di medicina è una struttura davvero necessaria, soprattutto in questo momento di piena emergenza sanitaria. Sarà un punto di riferimento per tutta l’area montana e potenzierà la macchina sanitaria della Provincia. Entro fine anno potrà essere operativa e funzionante”.

Tanti altri i cantieri rilevanti nella Città. Il Social housing è in dirittura d’arrivo? “Il plesso di appartamenti per i terremotati è un altro grande traguardo che abbiamo raggiunto – conclude il Sindaco Marinangeli– abbiamo già assegnato le prime abitazioni ed ora stiamo procedendo con le restanti. La graduatoria è stata chiusa e stiamo contattando gli assegnatari. Nei giorni scorsi sono state attivate le utenze negli ultimi appartamenti. Siamo in dirittura d’arrivo e per Natale contiamo di fare un bel regalo ai cittadini: poter entrare nelle loro nuove abitazioni”.



Questo è un articolo pubblicato il 21-11-2020 alle 12:33 sul giornale del 23 novembre 2020 - 589 letture