x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Fermo, la statua del compatrono tornerà ad accendersi di viola anche il 20 novembre

2' di lettura
254
da Comune di Fermo
www.fermo.net

Il Comune di Fermo accende una luce sui bambini prematuri. Il 17 novembre illuminata di viola la statua di San Savino. Statua del compatrono che verrà illuminata anche per testimoniare l’adesione alla campagna sulla lotta al tumore al pancreas e per la Giornata dell’Infanzia.

Ogni anno centinaia di bambini nascono troppo presto e hanno bisogno di cure “speciali”, per poter sopravvivere e affrontare possibili complicanze neuroevolutive, respiratorie, nutrizionali. La Giornata Mondiale della Prematurità, che ricorre ogni anno il 17 novembre, è un appuntamento annuale, celebrato a livello internazionale, con iniziative volte a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema delle nascite premature. Molte città, nel mondo e in Italia, in occasione di questa giornata, illuminano i loro monumenti caratteristici con una luce viola, individuato come colore simbolo della prematurità. Accogliendo l’invito della Società Italiana di Neonatologia, anche il Comune di Fermo ha aderito a questa importante iniziativa, offrendo il proprio patrocinio e illuminando di viola il 17 novembre la statua del patrono San Savino, sita sul belvedere del Piazzale del Girfalco, uno dei luoghi più suggestivi della Città, a rafforzare il messaggio che ogni neonato prematuro ha diritto ad una vita sana e felice, come ogni bimbo che viene alla luce.

Statua di San Savino che, a simboleggiare la città e quindi a testimoniare l’adesione di Fermo alle campagne di sensibilizzazione in corso su vari temi, è stata illuminata lunedì scorso di bianco per la campagna di sensibilizzazione sul cancro al polmone, verrà illuminata di viola anche domani, 19 novembre, per la Giornata Mondiale della lotta contro il tumore al pancreas ed il 20 di blu per la Giornata Mondiale dell'infanzia e dell'adolescenza," Go Blue", per promuovere e ricordare, in collaborazione con Unicef e Anci, l'importanza della Convenzione internazionale sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza che compie 31 anni.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-11-2020 alle 15:35 sul giornale del 19 novembre 2020 - 254 letture