x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

I Carabinieri presentano il Calendario Storico: il 2021 e l'omaggio a Dante Alighieri

2' di lettura
279

di Benedetta Luciani
redazione@viverefermo.it


«Mi chiamo Alighieri. Donato Alighieri, e il poema lo so tutto a memoria perché le parole del nostro poeta sono per me ispirazione di coraggio, di inventiva, di generosità».

Emblema del buon carabiniere, toscano come il Sommo Poeta, il Maresciallo Alighieri è il protagonista, nonché il filo conduttore trasversale tra i dodici racconti, uno per ogni mese, del Calendario Storico dell’Arma dei Carabinieri, giunto alla sua 81ª edizione.

«Rendere omaggio al Poeta che ha inventato la nostra lingua, l’ha codificata con le sue terzine, l’ha scolpita nei suoi endecasillabi è - per un’Istituzione legata all’Italia come un rampicante alla sua parete - quasi un atto dovuto» scrive il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri Giovanni Nistri nella prefazione al Calendario 2021. E, per i settecento anni dalla sua scomparsa, così è stato.

La pandemia, le annesse misure di contenimento non hanno consentito al calendario la presentazione nell’ambito della consueta manifestazione. Solo un videocollegamento per svelare al pubblico l’atteso prodotto editoriale. A tenere le fila del racconto lo scrittore Valerio Massimo Manfredi con il giornalista Aldo Cazzullo. Dietro le quinte il dantista Aldo Onorati. Le tavole, invece, sono state realizzate dall’artista Francesco Clemente, esponente della Transavanguardia italiana.

L’opera - spiega il Comandante Provinciale di Fermo, Col. Antonio Marinucci - racconta storie ispirate da episodi di vita vissuta. Le immagini raffigurano simboli ed emblemi dei Carabinieri con passi della Divina Commedia che fanno da contrappunto alla quotidiana attività militare improntata a fedeltà e spirito di sacrificio.

“Facesti come quei che va di notte,

che porta il lume dietro e sé non giova,

ma dopo sé fa le persone dotte”.

Al Maresciallo Alighieri vengono i brividi. «Anche noi - dice - eravamo nella notte più scura ma cercavamo di illuminare il cammino altrui. […] Noi tenevamo alta la fiamma sul berretto perché si vedesse che qualcuno faceva luce, affinché chi si era perso potesse ritrovare il sentiero».

E per la provincia di Fermo a garantire è il Comandante Marinucci: «L’istituzione è impegnata in prima linea per garantire il rispetto delle prescrizioni del contenimento del contagio, assicurando la massima vicinanza alla popolazione per favorire la percezione della sicurezza».

Infine, oltre al calendario - con una tiratura di un milione di copie - è stata pubblicata anche l’edizione 2021 dell’Agenda incentrata sul tema “Pinocchio e i Carabinieri”, il Calendarietto da tavolo, dedicato al gioco e all’uomo e al Planning da tavolo dedicato al 150º anniversario di Roma Capitale e alle altre capitali d’Italia. L’intero ricavato della vendita del Planning verrà devoluto all’ospedale pediatrico “Bambino Gesù” di Roma.



Questo è un articolo pubblicato il 14-11-2020 alle 17:20 sul giornale del 16 novembre 2020 - 279 letture