x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

Nuovi Ospedali: Amandola e Fermo avanti tutta. Per gli altri la Regione fa dietrofront.

2' di lettura
907

di Lorenzo Cortellucci


Si fermano i nuovi nosocomi nelle Province di Pesaro e Macerata. Via libera per chi ha già aperto i cantieri e finanziato i progetti. Amandola e Campiglione sono l'esempio. "Bravi a procedere senza mai fermarci nonostante le difficoltà.

La sanità, il servizio pubblico più importante nella società di oggi, considerando soprattutto la pandemia che tutti stiamo vivendo. Giusto e necessario migliorarla, potenziarla e ridefinirla.

Con l'ex Presidenza Ceriscioli, dal dopo sisma in poi, era stato attivato il piano regionale che prevedeva la realizzazione di Ospedali di rete in ogni Provincia. Tante le idee ed in progetti sul tavolo, ma pochi avevano trovato reale concretezza.

Dopo il cambio al vertice e l'insediamento di Acquaroli, c'è stato un'inversione di rotta. Infatti, la nuova Presidenza ha fatto dietrofront bloccando, difatto, tutte le nuove realtà ospedaliere che non erano ancora partite. La nuova linea è stata subito chiara: "Implementare e potenziare le realtà già esistenti".

Stop, quindi, per Pesaro, dove il Sindaco ha fatto sentire la sua protesta e la Provincia di Macerata, via libera, invece, per il territorio Ascolano e la Provincia di Fermo, che ancora una volta risponde presente.

Promossi il Nuovo Ospedale dei SIbillini nella Città di Amandola e il nosocomio di Campiglione di Fermo, già tutti avviati, con cantieri aperti ed operativi giornalmente. I progetti dei due nuovi presidi ospedalieri sono stati finanziati in toto e i lavori procedono come da programma, con i rispettivi Sindaci che seguono da vicino ogni sviluppo.

"Siamo stati bravi e capaci a stringere i tempi e procedere senza intoppi - afferma il Vicepresidente della Provincia di Fermo Stefano Pompozzi - eravamo fuori da questo cambio di rotta della Regione. Queste nuove opere sono già molto avanti nella realizzazione".

Amandola e Fermo due realtà da prendere come esempio: "Vanno fatti i complimenti ai Sindaci per aver portato avanti l'intero lavoro nel migliore dei modi, snellendo l'iter e velocizzando il tutto. Si tratta di due realtà solide, già operative e per questo non si poteva tornare indietro. Di certo saranno fondamentali per l'intera Provincia".

Potenziare la sanità e concretizzare al meglio i progetti avviati: "I nuovi Ospedali di Amandola e Fermo saranno realtà moderne e all'avanguardia, la cui costruzione è garantita da ditte appaltatrcici di sicuro affidamento. Non solo saranno un punto di riferimento per le loro zone di appartenenza, ma allo stesso tempo milgioreranno la sanità dell'intera provincia, permettendo così ai cittadini di curarsi ed usufruire dei servizi direttamente nel loro territorio - conclude Pompozzi - ben venga, quindi, il potenziamento delle realtà esistenti, ma è più importante che qusti due cantieri storici trovino realtà e concretezza".



Questo è un articolo pubblicato il 12-11-2020 alle 18:27 sul giornale del 13 novembre 2020 - 907 letture