x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

Porto Sant'Elpidio: furti sul lungomare, colpito lo chalet Settemari

1' di lettura
644

di Marina Mannucci
redazione@viverefermo.it


Piena solidarietà da parte del Sindaco: "questi sono ignobili atti di sciacallaggio nei confronti di chi è già sofferente in questa situazione di pandemia"

Vetrata antisfondamento spaccata allo chalet Il Gambero Settemari di Porto Sant'Elpidio. I ladri sono entrati questa notte a visitare la cassa del noto stabilimento balneare e, non trovandoci bottino, hanno optato per rubare bottiglie di Champagne. Distrutto anche l'impianto elettrico, probabilmente pensando fosse un dispositivo d'allarme, che invece è fortunatamente rimasto funzionante e che scattando ha messo in fuga i ladri.

"Non ci sono parole per descrivere questi gesti – spiega il primo cittadino Franchellucci – non esistono aggettivi per definire quelle persone che in questo periodo decidono di accanirsi su chi è già in difficoltà, se non sciacalli. Sono atti brutali paragonabili a chi va a rubare nelle zone terremotate o chi si accanisce sulle persone più deboli".

Non è la prima volta purtroppo, anche nel periodo di inizio pandemia tra marzo e aprile, alcuni stabilimenti del lungomare elpidiense vennero saccheggiati.

"Mi metterò in contatto con il Prefetto per far sì che nel lavoro di coordinamento che necessariamente le forze dell'ordine dovranno effettuare da domani in poi, venga posta maggior attenzione a questi luoghi che da qui ai prossimi mesi saranno inevitabilmente meno frequentati".

Nel periodo di marzo e aprile il Comune di Porto Sant'Elpidio ha potenziato la collaborazione con agenzie private di sicurezza, finanziando controlli di vigilanza privata principalmente nella zona del lungomare. La convenzione verrà probabilmente ripristinata anche per questa seconda ondata di semi-lockdown.



Questo è un articolo pubblicato il 05-11-2020 alle 12:55 sul giornale del 06 novembre 2020 - 644 letture