L'Amministrazione Canigola sblocca il progetto “pn27” del quartiere Tenna approvato a maggioranza, ma Cambiamo Musica vota contro

2' di lettura 01/11/2020 - Dopo molti anni l'Amministrazione Canigola riesce a sbloccare il progetto “PN27” del quartiere Tenna di Monte Urano.

Un lavoro iniziato dalle precedenti amministrazioni, ripreso nel primo mandato Canigola e finalmente giunto (possiamo ben dire) alla sua “stretta finale” con l’approvazione avvenuta nell’ultimo Consiglio Comunale.
Il provvedimento già presentato nel penultimo Consiglio del 24 ottobre, è stato rimandato in seduta straordinaria al 31 ottobre su richiesta di “Cambiamo Musica”.
Il rinvio era stato accettato dalla maggioranza per andare incontro alle istanze avanzate. Ma nonostante ciò, per l'ennesima volta, la minoranza si è dimostrata interessata solo alla contrapposizione senza voler approfondire e capire le vere istanze dei cittadini, palesando solo un'esigenza di visibilità e strumentalizzazione rispetto alle varie questioni amministrative. Le motivazioni presentate con le quali si sono opposti al progetto hanno dimostrato superficialità e di fatto hanno rigettato una proposta che invece andrà incontro alle reali necessità del territorio, riqualificandolo e dotandolo di nuovi servizi.
La maggioranza con un investimento di €. 800.000,00 euro provvederà alla realizzazione delle opere di urbanizzazione delle aree individuate: allargamento delle carreggiate, rifacimento degli asfalti, marciapiedi, impianto di smaltimento delle acque piovane, impianto di illuminazione pubblica e per una particolare zona anche l'impianto fognario per le acque nere.
Questa sarà solo una prima porzione dell'intero progetto con cui si vuole riqualificare e valorizzare un'area del paese, un intervento innanzitutto a favore dei cittadini che la vivono e in secondo luogo un investimento assolutamente strategico vista la prossimità con la strada provinciale e la zona di Campiglione in continua espansione.
“Questo progetto era da troppo tempo nel cassetto, l'abbiamo ripreso e ora finalmente sta partendo. Abbiamo agito scegliendo il giusto compromesso tra necessità reali della comunità e possibilità di spesa del nostro ente. Questo primo stralcio garantirà più servizi e migliore vivibilità ai cittadini. Come maggioranza ci assumiamo con coraggio la responsabilità di un progetto che sebbene oneroso è dovuto e necessario. Al contempo, dichiara l'Assessore all'Urbanistica Massimo Brasili: “spero che la minoranza si assuma la responsabilità di aver votato contro”.
Il lavoro costante e continuo dell’Amministrazione Comunale è quello di “riqualificare urbanisticamente” tutte le aree territoriali del paese, dal centro storico alla zona di prima periferia sino alla zona territoriale più distante come contrada Tenna con questo Progetto Norma 27, perché “amministrare” una comunità (seppur in un periodo difficile come questo) è prima di tutto saper “ascoltare” le esigenze ed i problemi posti da chi “abita e vive” nel nostro paese e successivamente trovare una soluzione alle loro richieste e legittime aspettative.






Questo è un articolo pubblicato il 01-11-2020 alle 13:48 sul giornale del 02 novembre 2020 - 412 letture

In questo articolo si parla di monte urano, comune

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bArG





logoEV
logoEV