Tommaso Salvadori: una vita intera dedicata alle scienze

2' di lettura 30/09/2020 - Nasceva a Porto San Giorgio il 30 Settembre 1835 Tommaso Salvadori Paleotti, uno degli zoologi più importanti del suo tempo e che contribuì fortemente ad un maggiore sviluppo dell'ornitologia moderna.

Autore di una vastissima produzione scientifica, Tommaso Salvadori si laurea prima all'Università di Medicina di Pisa, avendo come professore di botanica un luminare della zoologia dell'epoca, Paolo Savi, famoso per aver descritto per primo la salciaiola, una specie di uccello che in inglese viene ancora chiamata Savi's Warbler; si trasferirà poi a Torino per intraprendere la sua carriera di studioso presso il Museo di Scienze Naturali, ma non prima di aver partecipato alla Spedizione dei Mille come medico ufficiale nel 1860.

Da assistente a vicedirettore, nell'arco di circa un ventennio, considerando anche l'esperienza didattica presso il Liceo Cavour di Torino come docente di Scienze Naturali, Salvadori cura, riorganizza, amplia la collezione ornitologica posseduta dal museo dando un grande impulso a questa branca della zoologia. A lui sono intitolate alcune specie di uccelli come il Fagiano, l'Anatra ed il Canarino golagialla di Salvadori.

Assai stimato oltre i confini nazionali, Salvadori è anche desiderato dal British Museum di Londra, con cui collaborerà alla stesura di alcuni cataloghi su colombe, fenicotteri e piccioni della collezione museale londinese.

Tra le sue opere scientifiche di maggior successo si ricordano Catalogo degli Uccelli del Borneo (1874), Ornitologia della Papuasia e delle Molucche (1879), Collezioni ornitologiche fatte nelle isole del Capo Verde da Leonardo Fea (1889), Catalogo degli Uccelli in tre volumi per il British Museum (1893-97). Ultima ma non meno importante è l'opera dal titolo Notizie storiche intorno alla collezione ornitologica del Museo di Torino (1914), che racchiude tutta la sua esperienza ed il suo intero lavoro svolto presso il museo torinese.

Morirà a Torino il 9 ottobre del 1923 all'età di 88 anni, a seguito di una malattia degenerativa che lo condiziona fortemente negli ultimi anni della sua vita. Il suo corpo giace attualmente nella tomba di famiglia a Porto San Giorgio.






Questo è un articolo pubblicato il 30-09-2020 alle 11:35 sul giornale del 01 ottobre 2020 - 262 letture

In questo articolo si parla di attualità, museo, porto san giorgio, londra, ornitologia, scienze naturali, tommaso salvadori, british museum, articolo, Luigi De Signoribus

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bxk0





logoEV
logoEV