I Monti Sibillini hanno messo il cappello. Ecco la prima neve.

2' di lettura 29/09/2020 - Le temperature si sono abbassate e con esse il freddo inizia a farsi sentire. Primi fiocchi bianchi a quota 2000. L’estate è ufficialmente finita. Che invernata ci aspetterà?

Ombrelloni, giornate in spiaggia e creme solari ormai sono solo un ricordo. L’autunno è arrivato e ha portato con se quell’aria di cambiamento che ci ha fatto salutare, un po' a malincuore, l’estate. Dopo il caldo agostano, le temperature si stanno abbassando e pian piano il sole lascerà spazio ai colori della stagione autunnale.

Il paesaggio circostante si sta trasformando e già si sono visti dei cambiamenti, come la prima neve che ha colorato le cime dei Monti Sibillini, Vettore, Sibilla e Priora su tutti. Nella mattinata di ieri ed in quella di oggi, da molti panorami fermani, è stato possibile ammirare il sottile velo bianco che ha ricoperto le nostre montagne.

Privilegiati di questo spettacolo i Comuni dell’Alto Fermano, in particolare Smerillo, Montefortino ed Amandola, per la vicinanza con i Monti Sibillini, ma questa prima neve è stata visibile in parte anche da altre zone della Provincia.

Una nevicata in anticipo forse nei tempi, ma molto gradita dal paesaggio montano, che con difficoltà aveva affrontato le alte temperature estive, facendo registrare diversi problemi di siccità e crisi idrica maggiori rispetto agli scorsi anni. Infatti, molti Comuni costieri e della pianura fermana, insieme alla Ciip, sono stati costretti a razionare le riserve idriche della zona, chiudendo, in alcune ore del giorno, le fonti.

Prima nevicata anche nei pressi del Lago di Pilato, storica meta estiva di escursionisti ed appassionati. Un omogeneo manto bianco ha ricoperto l’intera superficie del lago di origine glaciale, che ospita da secoli il chirocefalo del Marchesoni, raro crostaceo presente esclusivamente nello specchio d’acqua del Monte Vettore.

Soprattutto in questi ultimi anni, complice il surriscaldamento globale, il bacino del Lago si è ristretto molto e le acque si sono ritirate, tanto che si è temuto per il chirocefalo. È ovvio nevicate di questo tipo portano giovamento a queste zone, ma c’è bisogno di ben altro per riportare lo specchio d’acqua ai fasti di un tempo.

La neve, comunque, ha già fatto visita ai Monti Sibillini, anticipando i tempi rispetto allo scorso anno e probabilmente l’invernata ci regalerà qualche sorpresa, come dicevano i nostri nonni: "Quando la montagna mette il cappello, vendi le capre e compra il mantello". Vedremo se i proverbi di un tempo avranno ragione ancora una volta.

Qui di seguito alcune immagini.

Foto "Lago di Pilato" di Flavio Tacconi








Questo è un articolo pubblicato il 29-09-2020 alle 11:07 sul giornale del 30 settembre 2020 - 507 letture

In questo articolo si parla di attualità, montefortino, neve, monti sibillini, Comune di Amandola, autunno, sibilla, inverno, nevicata, Lago di Pilato, monte vettore, articolo, comune di Smerillo, chirocefalo, alto fermano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bxey





logoEV