Pasquinelli: distruggono i nostri manifesti in tutta la Regione

1' di lettura 10/09/2020 - " Noi siamo l'alternativa al Partito Unico Liberista. Noi siamo comunisti. Ecco perché diamo fastidio e distruggono i nostri manifesti in ogni parte della Regione."

“Esprimo solidarietà e gratitudine ai Compagni che dopo un turno in fabbrica o al cantiere vanno ad attaccare i manifesti in tutto il territorio della Regione, pagando colla e benzina di tasca loro. E che ripartiranno subito per riattaccare quelli strappati. Questo è il segno che diamo veramente fastidio a quel partito unico liberista che si presenta diviso alle elezioni ma ha lo stesso obiettivo: derubare i lavoratori e i precari a favore di garantiti e multimilionari. L’unica alternativa a questa violenza siamo noi.”
Lo afferma Fabio Pasquinelli candidato Presidente della Lista Comunista per le Marche. Sono numerosi in tutta la Regione i casi di manifesti elettorali strappati e danneggiati.
Tra le città in cui si sono verificati tali eventi ricordiamo Pesaro, Fano, Ancona, Civitanova, Macerata ed Ascoli Piceno, praticamente in tutte le province.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-09-2020 alle 17:14 sul giornale del 11 settembre 2020 - 264 letture

In questo articolo si parla di politica, partito comunista, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bvCf





logoEV