I sondaggi premiano Acquaroli ma attenzione all'alta percentuale di indecisi

1' di lettura 04/09/2020 - Minimale il consenso riservato ai partiti ed ai movimenti della coalizione di centro sinistra.

Nelle Marche, come nella maggioranza delle altre regioni dove si vota, il centro destra è in vantaggio sulla sinistra.
I numeri dicono che Acquaroli avrebbe preso il largo rispetto a Mangialardi e per gli alleati del candidato della sinistra davvero pochi consensi che non aiutano la sua coalizione.
Se dagli elementi che emergono pare sia una corsa facile per Acquaroli, il candidato di centro destra dovrà prestare attenzione all'alta percentuale di indecisi che al momento rappresentano il 25% dei voti e che Mangialardi pare sia proprio intenzionato a volerli recuperare e prenderli per se.
E' nell'orientamento di questi ultimi che, con molta probabilità, i due candidati si giocheranno la partita. Si tratta infatti di circa 200.000 elettori da convincere in un senso o nell'altro.
Nel caso della prefigurata sconfitta della coalizione di sinistra, sempre stando ai dati raccolti, il PD diventerebbe comunque con quasi il 30% dei voti il primo partito in regione distanziando di molto la Lega che perderebbe molti consensi a vantaggio di Fratelli d'Italia. Si dovrebbe mantenere invece stabile rispetto alle ultime tornate elettorali i consensi per Forza Italia.


di Lorenzo Bracalente
lorenzo.bracalente@gmail.com
 





Questo è un articolo pubblicato il 04-09-2020 alle 07:10 sul giornale del 05 settembre 2020 - 691 letture

In questo articolo si parla di politica, mangialardi, sondaggi, Acquaroli, voti, articolo, lorenzo bracalente, consensi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/buWO





logoEV