Smerillo: nel nome di Giovannino. Al compianto cittadino intitolati Protezione Civile e Pro Loco.

3' di lettura 25/08/2020 - Vallesi: “Un gesto sentito e dovuto per un uomo speciale”. Nel primo anniversario della sua scomparsa, l’Amministrazione Comunale e i volontari dell’Associazione hanno scelto di dedicare a Giovanni Mora il Gruppo Protezione Civile e la Pro Loco. “E’ grazie a lui che queste due realtà ancora oggi hanno una base solida su cui poggiare”.

Chi si dedica e prodiga per il bene degli altri, lascia dietro di sè un filo rosso di ricordi, emozioni e riconoscenza infinita. Questa è solo una parte di tutto quello che Giovanni Mora ha lasciato al suo Paese, Smerillo ed ai suoi concittadini. Ad un anno di distanza dalla sua improvvisa scomparsa, non sono mancati i gesti di affetto e commiato verso un uomo amato e stimato da un’intera comunità.

Conosciuto in tutta la Provincia di Fermo, era un uomo di una generosità e disponibilità uniche, impegnato in molteplici iniziative sociali e progetti di vario genere, era sempre pronto ad aiutare chiunque ne avesse bisogno.

L’Amministrazione Comunale e la Pro Loco di Smerillo hanno deciso di ricordare il loro amico in un modo speciale ed unico. Infatti, il Sindaco Vallesi, i consiglieri ed i volontari dell’Associazione hanno scelto di intitolare il Gruppo Protezione Civile e la Pro Loco all’indimenticato cittadino.

Un gesto molto apprezzato dall’intero Paese e condiviso da tutti. «E’ già passato un anno da quando Giovannino ci ha lasciato. È scontato dire che ci manca. Ci è mancato il suo sorriso, la sua positività e il suo entusiasmo contagioso. Con il pensiero siamo vicini alla sua famiglia, che saluto e ringrazio per l’immensa forza e dignità – ha spiegato il Sindaco Vallesi – L’Amministrazione ha voluto unanimemente ricordarlo dedicandogli il gruppo della protezione civile, che si chiamerà “Protezione civile di Smerillo G. Mora”».

Un gesto sentito, che sottolinea ancora di più la grande figura che “Giovannino” ha rappresentato per Smerillo: «Abbiamo compiuto questa scelta con il cuore. Da fuori può sembrare poca cosa, ma in realtà per noi e per l’intera Comunità ha un significato profondo. Giovanni da sempre si è dedicato a questa realtà ed è stato il primo a dar vita alla Protezione Civile qui a Smerillo, credendoci fin dal primo istante, facendola crescere e ricoprendo da sempre il ruolo di coordinatore. Oggi, se abbiamo un gruppo coeso ed organizzato, è unicamente grazie a lui. È doveroso rendere omaggio ad un amico così speciale».

Sullo stesso binario ha scelto di muoversi anche la Pro Loco, che, da sempre, ha visto in Giovanni Mora una figura fondamentale su cui fare sicuro affidamento. «Anche noi del direttivo, insieme ai soci, abbiamo scelto di ricordare il nostro compagno in un modo unico, intitolando a suo nome la Pro Loco. C’era la volontà di omaggiarlo per il suo grande operato e per il suo impegno costante per Smerillo. Questa ci è sembrata l’occasione migliore per farlo» hanno spiegato i volontari dell’Associazione. Nelle prossime settimane verranno affisse due targhe nei pressi del Palazzo Comunale.

Giovanni, un amico che rimarrà sempre nei cuori degli smerillesi: «La sua generosità ed il suo impegno encomiabile ci hanno guidati per tanti anni e la sua perdita è stata un duro colpo. Ma sono certo che, Giovannino, continuerà ad assisterci anche da lassù» ha concluso il Sindaco Vallesi.








Questo è un articolo pubblicato il 25-08-2020 alle 16:50 sul giornale del 26 agosto 2020 - 1110 letture

In questo articolo si parla di attualità, protezione civile, amministrazione comunale, intitolazione, Pro Loco, provincia di fermo, smerillo, ricordo, commiato, articolo, anniversario dalla morte, alto fermano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bue9





logoEV