Servigliano: Giostra dell’anello, Chicchini il più veloce in prova

2' di lettura 10/08/2020 - Inaugurato il 52° Torneo Cavalleresco di Castel Clementino con le prove cronometrate dei cavalieri giostranti. Il più veloce e preciso agli anelli è stato Pierluigi Chicchini di Porta Navarra che ha fermato il cronometro sul tempo di 1’01”4. Sarà lui il grande favorito domenica 16 agosto al campo de li giochi.

E poi la cerimonia inaugurale del 52° Torneo Cavalleresco, edizione storica per via delle tante modifiche in corsa dovute al Covid. Serata magnifica nella cornice del chiostro di Santa Maria del Piano. In prima linea il sindaco Marco Rotoni, il presidente dell’Ente Torneo Maurizio Marinozzi, il regista Gianluca Viozzi, il presidente del consiglio comunale Danilo Viozzi, il cavaliere di San Marco Cristian Cordari. In grande spolvero i consoli Carlo Porfiri Perugini, Emiliano Ciccoli, Marco Rossi e Giancarlo Ferretti: tutti carichi e fiduciosi di portare a casa il Palio. Bellissime le sei dame della rievocazione: Miriam Cordari (San Marco), Federica Troiani (dama del Palio), Michela Minnetti (Porta Marina), Giulia Pipponzi (Porta Navarra), Martina Valeri (Porta Santo Spirito), Irene Antognozzi (Paese Vecchio). Ha portato i suoi saluti il grande regista Giampiero Solari, ospite a Servigliano con lo spettacolo “Brancaleone”.

“La scelta consapevole di impegnarsi per l'organizzazione di questa edizione – ha detto il sindaco Marco Rotoni – è una prova di alta responsabilità e di attaccamento alla città, che fa onore all'Ente Torneo Cavalleresco. Ricordo le prime riunioni organizzative dei mesi di aprile e maggio, in cui si era dibattuti tra incertezze, paure e legittime riserve, ma la passione e la voglia di trovarsi sono state sempre lì a segnare un percorso che oggi stiamo attraversando tutti insieme con orgoglio e determinazione e il cui compimento consentirà alla nostra manifestazione di vincere il tempo”. Un caloroso brindisi ha accompagnato le parole del sindaco.

Poi è stata la volta del presidente dell’Ente Torneo, Maurizio Marinozzi: “La più difficile, la più complicata e quella più impegnativa nella storia del Torneo Cavalleresco. Quella di quest'anno è un’edizione sui generis che ha richiesto uno sforzo enorme, una vera e propria chiamata alle armi. Siamo in una situazione mai sperimentata prima con una difficoltà di gestione estrema. Ci siamo guardati negli occhi, pieni di dubbi, ma con un’unica certezza: correre la Giostra dell’anello. Buttando il cuore oltre l’ostacolo. Il grande team che si occupa di questa edizione ha preso delle importanti decisioni a livello organizzativo e tecnico. Ci atterremo in maniera puntuale a tutte le normative vigenti in materia di contenimento del Covid-19. Metteremo a disposizione mille posti al campo, in modo da garantire il distanziamento. Un’immersione nella passione e nella tradizione che da sempre ci contraddistinguono”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-08-2020 alle 17:48 sul giornale del 12 agosto 2020 - 600 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, servigliano, comunicato stampa, la giostra dell'anello

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bs57