Santa Vittoria: “Il Tramonto di Odorisio”. Un’emozione senza tempo.

2' di lettura 11/08/2020 - La Città dei Farfensi protagonista. Centro storico gremito. Grande successo per l’iniziativa dei 4 Rotary Club del Fermano.

Emozionarsi difronte ad un semplice tramonto si può. Le bellezze naturali che incontrano la storia e l’architettura di uno dei Comuni più suggestivi del Fermano, il connubio perfetto. L’Arco di Odorisio cornice perfetta per la danza del sole più famosa delle Marche.

A Santa Vittoria in Matenano tutti in riga per uno spettacolo unico. Un appuntamento fisso con la storia che da oltre 800 anni si ripete. Dall’inconfondibile Arco di Odorisio, Abate del 1200, porta di ingresso al centro storico, il sole si insinua lungo la via del decumano che segna da ovest ad est il percorso, regalando uno spettacolo davvero suggestivo e unico.

Dal 7 agosto del XIII secolo, l’evento si ripete con emozioni sempre nuove. Tra le ore 20 e le 20.10 il mistero si rinnova e così è stato anche lo scorso venerdì. Quest’anno, attorno allo storico tramonto, è stato creato un vero appuntamento che ha richiamato ben duecento persone. I quattro Rotary Club del Fermano (Alto Fermano Sibillini, Fermo, Montegranaro e Porto San Giorgio Riviera Fermana) hanno sostenuto l’iniziativa partita dal Comune di Santa Vittoria in Matenano, dal sindaco Fabrizio Vergari, e dall’architetto Stefania Bellabarba.

La serata è iniziata alle 19.15 con il tradizionale suono della campana ad opera del Presidente dell’Alto Fermano Sibillini, Emidio Pipponzi che, insieme agli altri presidenti Margherita Bonanni (Fermo), Chiara Greci (Montegranaro) e Mario Pinciaroli (Porto San Giorgio) hanno sottolineato la volontà dei 4 Rotary Club di sostenere le iniziative promosse sul territorio e di adoperarsi per qualsiasi proposta venga dalle Associazioni locali.

A seguire, la relazione storica di Stefania Bellabarba e del prof. Stefano Conti, che hanno illustrato il singolare fenomeno da un punto di vista storico ed esoterico. “Era il 1236 quando l’abate e podestà Odorisio scelse di erigere la Torre proprio in quel punto. Da allora, ogni anno, questo stranissimo e particolare effetto del sole si rinnova, entrando dall’arco con una luce unica”. In chiusura i presenti hanno assistito allo spettacolo “Alla ricerca del Graal”. Un momento significativo per il territorio, che apre ad altre importanti iniziative.








Questo è un articolo pubblicato il 11-08-2020 alle 10:50 sul giornale del 12 agosto 2020 - 753 letture

In questo articolo si parla di cultura, storia, centro storico, Santa Vittoria in Matenano, emozioni, tramonto, articolo, rotary club alto fermano sibillini, abate, alto fermano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bs7W