Amandola: bilancio più che positivo per Diamanti a Tavola e Festa del Gelato. Ora spazio alle Canestrelle

4' di lettura 08/08/2020 - Pochini: “Flussi di turisti ed appassionati da ogni parte della Regione. Un tartufo di prima scelta a prezzi vantaggiosi”. Annessi: “Nonostante le restrizioni, la Festa del gelato è riuscita al meglio. Una 7° edizione da ricordare”. Adesso energie per i prossimi eventi. Si parte con Miss Italia e poi tocca alla Festa del Beato Antonio.

Tira le somme Amandola dopo i primi mesi estivi e dopo gli ultimi eventi andati in archivio. Grande lavoro per l’Amministrazione Marinangeli,per la Pro-Loco e per le Associazioni del luogo nell’organizzazione e nella cura dei dettagli. Le norme in vigore vanno rispettate e serve farlo nel migliore dei modi. Dopo il successo del Drive-in Show che ha richiamato pubblico da tutta la Provincia ed i suggestivi “Aperitivi in Piazza”, di grande interesse e partecipazione c’è stata l’edizione estiva di “Diamanti a tavola”, manifestazione regina della Città.

In simbiosi con il Festival del rinomato tubero, c’era anche la “Festa del gelato artigianale”, che da 7 anni mette in vetrina i migliori gelatai della Città. Entrambe si sono svolte nel week-end del 24-26 Luglio. Successo doveva essere e così è stato. Rispettate tutte le attese, anche se, visti i difficili mesi appena trascorsi, qualche dubbio c’era: “Eravamo un po' pensierosi, credo sia normale, dopo l’emergenza appena vissuta, ma dovevamo ripartire al meglio e l’abbiamo fatto – commenta il Vicesindaco ed assessore al Tartufo Giuseppe Pochini che segue da vicino “Diamanti a tavola” – la manifestazione è riuscita molto bene, oltre le nostre più rosee aspettative. Turisti e visitatori senza tregua in ogni giornata del Festival”. Pranzo e cene al Cineteatro da tutto esaurito: “I pasti con il noto chef Benito Ricci al Palatuber hanno sempre fatto registrare il sold out, sintomo di quanto il pubblico si sia appassionato a questo genere di evento – l’unico rammarico è stato dover comunicare spesso agli interessati che la sala era già al completo”.

Stretta collaborazione tra Amministrazione, Pro Loco e attività commerciali: “Diamanti a tavola oltra a mettere in vetrina il prodotto principe di Amandola, è anche finalizzata a creare un indotto per le attività commerciali della Città, in questo caso per i ristoranti, bar e pub – spiega Pochini – vedere le sale ed i tavolini di queste strutture popolati da turisti e visitatori, è stato un vero successo ed una grande soddisfazione. Molto apprezzati sono stati anche i menù promossi dai ristoratori con al centro sempre il nostro prodotto, il tartufo nero estivo”. Significativa la costante presenza dei bravi e professionali cavatori amandolesi, anima di questo evento: “I nostri cavatori hanno presentato un tartufo di eccellente qualità, fresco e di primissimo livello. Il tutto ad un prezzo ampiamente abbordabile, infatti la vendita del prodotto è stata molto positiva”.

Intrattenimento in Piazza e mercato di prodotti locali a fare da contorno: “A completare l’intero quadro, ci sono state molte iniziative di richiamo che hanno completato la manifestazione. Molto frequentato il mercatino di prodotti tipici per le vie della Città”. Diamanti a tavola un perfetto volano per gli appuntamenti futuri e per il rilancio della Città: “Siamo stati molto soddisfatti per la riuscita dell’evento. Da anni il Festival del tartufo è la nostra manifestazione regina che raccoglie pubblico da ogni zona e crea richiamo anche per i tanti altri appuntamenti che si svolgono ad Amandola – conclude il Vicesindaco – ora spazio alle prossime date in calendario, la prima “La selezione di Miss Italia”, poi la storica Festa del Beato Antonio”.

Gli fa da eco l’Assessore Giovanni Annessi che, insieme ai collaboratori, si è occupato dell’organizzazione della Festa del gelato artigianale, svoltasi nelle stesse giornate: “Come da qualche anno a questa parte, abbiamo deciso di integrare al Festival del tartufo la Festa del gelato, che anche in questa 7° edizione si è perfettamente integrata nel contesto”. Più che positiva la riuscita ed il gelato in montagna è sempre una trovata vincente: “I nuovi protocolli ci hanno costretto a ridimensionare l’evento, ma il risultato è stato più che buono – spiega l’Assessore Annessi – abbiamo dato spazio ai nostri gelatai, che si sono cimentati in gusti innovativi e molto apprezzati, come il “gelato al tartufo” o il più ricercato “gelato alla mela rosa”. Qualche accorgimento per evitare assembramenti: “Non abbiamo potuto far esibire artisti o esperti nell’arte del gelato in Piazza, ma abbiamo dato un nuovo taglio alla manifestazione, permettendo al pubblico di assaggiare il prodotto direttamente all’interno delle gelaterie della Città e di conseguenza votare il gusto migliore”.

Unire due eventi apparentemente diversi, ma estremamente complementari: “Questa formula ha funzionato e ne siamo felici. Gli appassionati ed i turisti sono tornati e stanno tornando ad Amandola e questo risultato ne è la conferma. Ed adesso, tutti insieme, sotto con i nuovi appuntamenti agostani”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-08-2020 alle 08:00 sul giornale del 10 agosto 2020 - 519 letture

In questo articolo si parla di attualità, amandola, Comune di Amandola, festa del gelato, comunicato stampa, festa del beato antonio 2020

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bsUA





logoEV
logoEV