A Porto San Giorgio, dal 6 al 9 agosto, Bottademaru, evento dedicato alla pesca e alla storia della marineria sangiorgese

2' di lettura 05/08/2020 - Nel gergo marinaresco è un'onda che, a tradimento, può colpire il fianco di una barca e travolgerla, un specie di 'schiaffo del mare'.

Ma 'Bottademaru' è anche il titolo di un evento, promosso dall' Associazione Nautica Picena di Porto San Giorgio e ospitato nella propria sede sul Lungomare Gramsci Nord, che per quattro giorni, dal 6 al 9 agosto, approfondirà in vari modi i temi della pesca e la storia della marineria locale. Il primo appuntamento, giovedì alle 18:30, è con Ernesto Azzurro, primo ricercatore dell'Irbim Cnr di Ancona, che terrà una conferenza su “Come cambia l'Adriatico: nuove specie nel nostro mare”.Seguirà una cena ispirata ai sapori della dieta mediterranea Il 7 agosto si entra nel vivo con l'inaugurazione, alle 17, di una mostra fotografica a cura di Luciano Scafà, imprenditore alberghiero e memoria storica della città rivierasca, e di modellismo navale, con pezzi unici che ricostruiscono fedelmente la struttura delle barche impiegate nel passato, messi a disposizione da Alessandro Ponzanetti e Roberto Cupidio. Alle 19, incontro con lo storico Luigi Rossi sul tema: “Dalle vele ai motori”, che farà il punto sui sistemi e sulle risorse della pesca dal Porto di Fermo a Porto San Giorgio.

L'8 agosto, alle 18:30, sarà presentato il libro di Luigi Silenzi “Dalla parte delle seppie”, un interessante saggio sull'epocale cambio di passo registrato, nel mondo della pesca in Adriatico, con la motorizzazione delle barche. Nel volume, Silenzi, che proviene da una storica famiglia di marinai ma ha poi scelto di dedicarsi alla politica e alla rappresentanza delle imprese artigiane (è stato dirigente della Cna), analizza con questo doppio sguardo la realtà della marineria sangiorgese, soffermandosi sulla nascita del cooperativismo, sul protagonismo dei pescatori, ma anche sulle proprie radici. Il libro abbonda infatti di ricordi personali, che diventano però patrimonio e memoria comune. “Dalla parte delle seppie” è arricchito da un contributo di Silvia Catalino, architetto e, come Silenzi, socio dell'Asd Nautica Picena, sulla vecchia pescheria di Porto San Giorgio. Alla presentazione del libro sarà presente Gino Troli, ex assessore regionale alla cultura, che in varie vesti si è occupato di cultura e valorizzazione del territorio. Sua la prefazione del testo. Seguirà poi una cena in spiaggia con piatti 'poveri' della tradizione culinaria sangiorgese. Concluderà l'evento, il 9 agosto alle 11, una veleggiata con “La Vittoriosa” , storica imbarcazione da pesca di cui l'Asd ha festeggiato la scorsa estate gli 80 anni di vita, l'unica lancetta in navigazione nei mari italiani e ultima superstite di questo tipo dell'antica flotta peschereccia della costa meridionale delle Marche. Nel pomeriggio, alle 18, un incontro con gli espositori chiuderà la manifestazione, che si svolgerà, in tutti I suoi momenti, nel rispetto della normativa Covid 19.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-08-2020 alle 07:00 sul giornale del 06 agosto 2020 - 522 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, porto san giorgio, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bsvO





logoEV