Servigliano vola nel 1450. La Giostra dell’Anello è confermata.

4' di lettura 04/07/2020 - Domenica 16 Agosto va in scena lo storico evento tra i più seguiti dell’intera estate. Sarà la 52^ edizione. Rotoni: “Adotteremo e rispetteremo tutte le precauzioni. Nel campo giochi un massimo di 1000 posti”. Piano di sicurezza, protocolli e distanze. Servigliano avrà la sua “Quintana”. Sale l’attesa.

Signori e Signore, madame e messeri, dame e cavalieri, Servigliano torna nel 1450. La Giostra dell’anello è stata confermata, si farà. Domenica 16 agosto il giorno dello storico evento, che dal 1969 raccoglie appassionati da tutta la Regione. Una delle rievocazioni storiche più seguite dell’intera Provincia, giunge alla sua 52° edizione e nonostante le difficoltà causa covid, è stata confermata.

L’ok ufficiale è arrivato dall’Ente Torneo Cavalleresco di Castel Clementino dopo un incontro avuto dal sindaco Marco Rotoni in Prefettura. «La Giostra dell’anello c’è. Si farà. Adotteremo scrupolosamente tutte le precauzioni del caso e il relativo piano di sicurezza – spiega Rotoni – Il campo giochi avrà una capienza massima di mille posti, tutti numerati, a sedere e gli spettatori saranno distanziati come da normativa. Ognuno ha dato il suo contributo per raggiungere questo importante traguardo».

Ovvio, l’edizione 2020 sarà ridotta a causa del coronavirus, non poteva essere altrimenti, ma la Giostra dell’anello ci sarà ed è una grande notizia per il popolo quintanaro. I cittadini di Servigliano e i tanti appassionati attendevano questo responso da settimane, ora è tutto vero.

Dunque, prosegue la tradizione iniziata nel 1969. Oltre 50 anni di successi, riconoscimenti ed un pubblico sempre presente ed affezionato. Rioni, sbandieratori, tamburrini, dame e cavalieri, costumi d’epoca ed un’intera Città che ancora una volta si immerge nel 1450. Tutto questo e molto altro sarà Servigliano, che farà rivivere le emozioni del tempo, portando il pubblico in un meraviglioso viaggio nella storia.

Come anticipato questa sarà l’edizione numero 52. I rioni hanno votato compatti: tutti i consoli hanno detto ‘sì’ alla Giostra dell’anello e la competizione sarà stellare, dal momento che saranno in gara i migliori cavalieri giostranti d’Italia. Quattro le conferme: Luca Innocenzi vincitore dello scorso anno (Porta Santo Spirito), Massimo Gubbini (Paese Vecchio), Pierluigi Chicchini (Porta Navarra), Cristian Cordari (San Marco). La novità assoluta è il debuttante Lorenzo Melosso, vincitore dell’edizione agostana 2019 della Quintana di Ascoli Piceno e neo cavaliere giostrante di Porta Marina.

Altra novità molto importante, il ritorno in qualità di regista del professor Gianluca Viozzi, che coordina il gruppo regia composto da: Andrea Cameli, Alberto Cesetti, Manuela Fagiani, Walter Funari, Benedetta Minnetti e Simone Pompozzi.

«Quest’anno sarà un’edizione ridotta, ma non meno importante, basilare è mantenere la tradizione e poter dire che la Giostra dell’anello di Servigliano si correrà – sottolinea Maurizio Marinozzi, presidente dell’Ente Torneo Cavalleresco – Nel mese di gennaio avevamo studiato un programma, molto ricco, messo a punto da Viozzi e dal comitato di regia. Era tutto pronto, quindi, poi è accaduto l’imprevedibile. Il coronavirus ha messo in ginocchio il mondo e anche noi siamo stati costretti a rivedere i piani».

Un’edizione 2020 rivista e rimodellata, ma la passione e la qualità è sempre altissima: «Abbiamo atteso una schiarita, sperando che la pandemia allentasse la morsa ed ora possiamo dirlo, la Giostra dell’anello si correrà domenica 16 agosto. Sarà un’edizione ridotta, non potendo organizzare gli eventi e gli spettacoli che da sempre fanno da contorno alla corsa del palio. Ma sarà pur sempre un grande momento di aggregazione e di sana rivalità tra i rioni» conclude il Presidente Marinozzi.

Tre gli eventi confermati del 52° Torneo Cavalleresco: lunedì 10 agosto, apertura con uno spettacolo di livello nazionale (i dettagli saranno resi noti nei prossimi giorni). Poi ci saranno le cene rionali, che avranno luogo mercoledì 12, giovedì 13 e venerdì 14 agosto. Cene che si svolgeranno al ristorante e non, come da tradizione, nelle taverne rionali; ma così impone la normativa adottata per debellare il coronavirus. A seguire la ricca giornata di domenica 16 agosto: durante la mattinata benedizione in Chiesa del palio e nel pomeriggio il momento principe della manifestazione, la Giostra dell’anello. Anche nel 2020 Servigliano entra nell’anno di grazia 1450.








Questo è un articolo pubblicato il 04-07-2020 alle 09:54 sul giornale del 06 luglio 2020 - 1037 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, sbandieratori, cavalieri, evento, rievocazione storica, quintana, comune di servigliano, rioni, torneo cavalleresco, dame, articolo, giostra dell'anello servigliano, alto fermano, covid 19

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bpNW





logoEV
logoEV