Gratta e Vinci: storia di una passione tutta italiana

gratta e vinci 4' di lettura 29/06/2020 - Sono passati, ormai, ventisei anni dalla propria comparsa sulle scene. Eppure, il “Gratta e Vinci” non passa mai di moda: ancora oggi, nonostante il sensibile mutamento delle abitudini dei consumatori, resta in vetta nelle preferenze degli italiani in materia di giochi. Nato il 21 febbraio 1994, in virtù di una legge approvata circa tre anni prima, questo gioco ha scandito momenti di spensieratezza e relax per almeno cinque generazioni di nostri concittadini.

Ed ancora oggi, grazie anche al sensibile aumento della varietà dell’offerta, rappresenta un momento di divertimento alla ricerca della Dea Bendata. Il “Gratta e Vinci”, d’altro canto, si contraddistingue per l’immediatezza e la frequenza delle vincite, quest’ultime, per quanto ovvio, assai differenti tra loro. E alcuni italiani, grazie ad esso, hanno visto migliorare sensibilmente la propria vita, come nel caso del celebre “win for life”.

L’immediatezza della vincita fu l’elemento di maggior appeal quando il “Gratta e Vinci” vide la luce

L’immediatezza, d’altronde, ha rappresentato sin da subito l’elemento di maggior appeal di questo gioco. All’epoca, infatti, gli italiani erano soliti sfidare la fortuna acquistando i biglietti delle lotterie nazionali, il cui esito, però, era noto solo a distanze di svariate settimane se non addirittura mesi: la possibilità di conoscere immediatamente se si fosse ottenuta una vincita, rappresentò un cambiamento radicale nelle abitudini di gioco degli italiani.

Il primo “Gratta e Vinci” commercializzato sul territorio nazionale prese il nome di “La Fontana della fortuna”: maggiori erano le Fontana di Trevi presenti sul biglietto, più alta era la vincita del giocatore. In concomitanza dell’evento sportivo di quell’anno, ovvero “USA ‘94”, fu soppresso la commercializzazione della “Fontana della fortuna” in favore di “La Fortuna col Mundial”, chiaro riferimento al campionato del mondo calcistico statunitense.

Il successo di questo gioco fu determinato da molteplici aspetti, al di là della indubbia attrattività del medesimo. La TV di stato, ad esempio, creò anche un apposito programma televisivo per rendere noto il gioco ad una vasta platea di italiani, che potevano comprare un biglietto in svariati punti vendita: autogrill, tabaccherie, bar ed edicole. Acquistare un “Gratta e Vinci”, non era certamente un esercizio complesso. E gli italiani, sin da subito, approfittarono di questa grande facilità nel reperimento dei tagliandi.

Le modalità con le quali giocare al “Gratta e Vinci”: l’evoluzione nel tempo

Dal 1994 ad oggi, i “Gratta e Vinci” ideati dagli organi competenti sono stati oltre un centinaio. E a differenza di quanto avveniva originariamente, alcuni di essi, oltre a fornire un premio immediato, consentono al vincitore di poter beneficiare di una rendita. Il già citato “Win for Life” ne è l’esempio più lampante. Ed ha originato la creazione di ulteriori concorsi che prevedono la vincita sotto forma di rendita.

Col passare del tempo, grazie alla larga diffusione di Internet e dei device coi quali accedervi, l’offerta si è ampliata significativamente grazie alla tecnologia. Dopo una fase sperimentale avviata nel 2006, il Monopoli di Stato decise di rendere legale anche il “Gratta e Vinci online”, per la gioia dei tanti utenti italiani che decidono di sfidare la fortuna comodamente da casa oppure in qualsiasi luogo si trovino grazie al proprio smartphone.

Un cambiamento epocale, che ha reso ancor più semplice la vita dei giocatori, alla ricerca dei gratta e vinci migliori. Quando si decide di giocare online, il gusto della sfida è ancora più avvincente, in grado di creare un coinvolgimento emotivo senza eguali. Tuttavia, è bene ricordare che il “Gratta e Vinci” è un gioco. E come tale, deve essere approcciato da qualsiasi utente della rete.

La legge, in tal senso, tutela giustamente i giocatori, che devono affidarsi solo ed esclusivamente a portali seri ed affidabili. Quelli legalmente riconosciuti dallo stato portano l'inconfondibile marchio “AAMS”, sinonimo di garanzia ed affidabilità: qualora non sia presente nel sito, è assolutamente sconsigliato effettuare alcuna giocata.






Questo è un articolo pubblicato il 29-06-2020 alle 16:29 sul giornale del 29 giugno 2020 - 407 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, pesaro, gratta e vinci, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bpmp





logoEV
logoEV