Imprese e mercati digitali: il bando della Camera di Commercio delle Marche per stare nei market place

3' di lettura 01/06/2020 - Per una ripresa reale e concreta delle imprese del tessile, dell’abbigliamento e della calzatura in questo particolare momento storico il passaggio al mondo del digitale dev’essere posto al centro del loro operare. Da un accordo tra la Camera di Commercio delle Marche e la Regione Marche nasce pertanto il bando “b2b digital markets 2020”.

Nella provincia di Fermo le imprese attive sono 2.304 con quasi 15.000 addetti. Il totale export Marche 2019 è pari a 12,1 miliardi con una crescita del 3,2% rispetto all’anno precedente. Solo il TAC (Tessile-Abbigliamento-Calzature) vale 2,2 miliardi, vale a dire un sesto delle esportazioni della regione (valore in calo del 9% rispetto al 2018).

«La Camera di commercio, dato il periodo di emergenza legata al Covid, ascoltando le necessità degli imprenditori, viste anche le mancate conferme da marzo a settembre delle fiere (la prossima fiera a settembre, il Micam), con risorse camerali ha pensato di muoversi sul b2b, ossia sul commercio interaziendale, piuttosto che sul b2c» spiega Andrea Santori, imprenditore calzaturiero fermano e componente della giunta camerale con delega alla formazione.

Aziende del sistema moda, attraverso piattaforme, potranno rimanere in contatto con la propria clientela, quest’ultima attraverso l’acquisto di software. Gli imprenditori potranno presentare le loro collezioni, seguire gli sviluppi del mercato senza perdere il contatto con i clienti. «A questo» aggiunge Santori, «leghiamo degli interventi rivolti alle fondazioni ITS: abbiamo promosso un bando destinato alla formazione di figure professionali del settore agroalimentare, della moda e della meccanica utili alle aziende per gestire questi nuovi sistemi».

I canali di vendita di un tempo non ci sono più. Ѐ tempo di investire in strumenti alternativi, come l’e-commerce, market place e showroom virtuali. Per Marco Pierpaoli, componente della Giunta di Camera Marche con delega al digitale questo primo bando pubblicato oggi è di grande importanza per le imprese del territorio che fanno già internazionalizzazione e vanno supportate. Trattasi - dice - di uno strumento di supporto ai processi di internazionalizzazione digitale e di accesso ai mercati digitali. Stiamo studiando - aggiunge - altri bandi che possano essere di supporto alle micro e piccole imprese, anche con il B2C, per aiutare ad accedere ai nuovi mercati anche chi non è avvezzo agli strumenti digitali.

«La possibilità di raccontare la storia di sapienti mani che producono cappelli o calzature di qualità elevatissime passa attraverso il digitale, la copia digitale deve essere ancor più affascinante del prodotto reale» afferma il prof. Emanuele Frontoni, docente di informatica e Compute Vision dell’Univpm «e il nostro compito come Politecnica delle Marche - prosegue - è stato quello di sintetizzare le necessità degli imprenditori dentro un quadro tecnologico. Innovazione e tradizione si fondono, alla base di questo connubio deve risiedere l’integrazione».

«La trasformazione digitale - commenta il Presidente della Camera di Commercio delle Marche Gino Sabatini - deve cominciare dall’interno delle fabbriche, continuare nei canali di commercializzazione delle produzioni e riguardare i punti vendita. Il bando dedicato al sostegno di progetti di vendita attraverso piattaforme b2b nasce dal basso, ascoltando le reali necessità delle imprese. La Camera di Commercio delle Marche pertanto mette le stesse nella condizione di guardare al futuro».

Risorse economiche pronte fin d’ora per favorire investimenti in tecnologie digitali, nello specifico si parla di 1 milione 200 mila euro a disposizione delle imprese per virare verso il digitale.


di Benedetta Luciani
redazione@viverefermo.it





Questo è un articolo pubblicato il 01-06-2020 alle 17:11 sul giornale del 03 giugno 2020 - 334 letture

In questo articolo si parla di lavoro, imprese, moda, calzatura marchigiana, digitale, B2B, tac, articolo, camera di commercio delle marche, Benedetta Luciani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bmXE





logoEV
logoEV