Mario Giordano ospite speciale della settima pillola di Tipicità, live su Facebook

7' di lettura 14/05/2020 - “Connettere le menti e creare il futuro”, si parte da quello che sarà lo slogan di Expo 2020 Dubai, che purtroppo è stato rimandato. Tipicità vuole condividere con gli spettatori e con Mario Giordano le esperienze concrete di imprenditorialità che fanno leva sulla connessione, per migliorare le performance.

Ospite atteso è Mario Giordano, che si presenta in questo pomeriggio sia in veste di giornalista che di scrittore. Prende subito la parola e parla del suo ultimo libro “Sciacalli”, che il direttore di Tipicità Angelo Serri trova molto attuale e chiaro nelle tesi esposte. “È un libro inchiesta iniziato un anno fa, quando ancora non si parlava di Coronavirus” afferma Giordano. Il focus è sulla necessità della massima trasparenza possibile soprattutto nel settore della salute. Fondamentale è il bisogno di investire di più e meglio nella sanità: calzante l’esempio dei farmaci salvavita che aumentano di prezzo da un giorno all’altro e l’esistenza di “farmaci inutili”. Ma Giordano affronta subito il tema di oggi, dicendo che per almeno due decenni la fiducia nella globalizzazione era una cosa positiva, in realtà la globalizzazione è solo inevitabile. Spiega meglio: che oggi si sia più interconnessi non è né positivo né negativo, ma semplicemente qualcosa di cui prendere atto. Usa una metafora efficace, ovvero che l’errore degli ultimi venti anni è stato andare in mare aperto coi canotti, ovvero si sarebbe dovuto proteggere la nostra ricchezza che invece è stata distrutta, per “ricchezza” il giornalista intende la nostra tipicità, che va difesa. “Spero che questa batosta faccia capire l’importanza di difendere le proprie tipicità, perché sono le nostre ricchezze. Per assurdo, è proprio ‘il piccolo’ la nostra grandezza e da questo, ossia dal passato e dalle tradizioni, possiamo costruire il futuro.”

Il primo ospite che prende la parola dopo Giordano è Stefano Belardinelli, presidente di Contram Servizi, azienda di trasporti pubblici che percorre 8 milioni di km all’anno e connette le persone anche in condizioni estreme come terremoto e neve. “Contram non fa solo trasporti pubblici ma anche sostenibili, noi siamo una realtà non grande, ma abbiamo autisti che spalano la neve e montano le catene” spiega esaustivamente Belardinelli. Le innovazioni della Contram sono: il bus elettrico a Camerino e le biciclette elettriche, entrambi ad energia fotovoltaica. Hanno dato anche importanti contributi al territorio e al turismo, infatti le biciclette possono anche essere utilizzate per raggiungere un agriturismo o per un giro nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Belardinelli è anche presidente del CUS, che offre nuovi prodotti turistici, ovvero dei camp estivi con campioni olimpionici, al quale prendono parte allievi da tutto il mondo, compresi Cina e USA.

È ora il turno di Graziella Ciriaci, titolare del famoso salumificio Ciriaci che vanta la produzione del ciauscolo IGP. Radicata su territorio da quattro generazioni, l’azienda sta ora costruendo un futuro per le prossime generazioni. “La tradizione deve essere supportata dalla comunicazione, abbiamo bisogno di mettere i nostri tesori su piattaforma” afferma Graziella, che ha recentemente acquisito la filiera del Bio per il suino e derivati. Ha inoltre ultimamente scoperto l’importanza dei cereali ed ha deciso pertanto di acquistare un allevamento con all’interno un mulino, che è entrato a tutti gli effetti nel ciclo di produzione.

Ecco che prende parola Fabio Verdecchia, titolare di GetBy, azienda che si occupa di connessione digitale (Internet e Voce). La loro prima azione dopo questo disagio dovuto al COVID è stata l’adesione a un’iniziativa sulla solidarietà nel settore, alla quale hanno aderito 400 persone in 15 minuti. Importante la collaborazione con la Fintel, azienda di energia, che ha puntato a fare qualcosa per dare visibilità alle aziende clienti e ad offrire un aiuto a chi è in difficoltà. L’iniziativa consiste nel regalare un mese di servizio per alimentare le sinergie.

Importante l’intervento di Massimo Cupillari, Wealth Advisor di Banca Mediolanum. Il suo compito è stato parlare quotidianamente con molti imprenditori e studiare l’evolversi di questa crisi a parer suo sottovalutata da tutti i punti di vista. È affascinante che gli imprenditori abbiano avuto un riscatto d’orgoglio, e rivendicano più la loro funzione sociale che economica. L’imprenditore deve essere consapevole della propria forza, solo così la paura può essere positiva, perché può essere vinta dalla passione. Lamenta Cupillari la poca consapevolezza della difesa della tipicità, anche come unico prodotto da esportare.

Dopo Cupillari riprende la parola Giordano, che è colpito dall’orgoglio del saper fare dimostrato dagli interventi in questa Pillola, e afferma che questo orgoglio è tipico dell’imprenditore. Concorda Giordano che il problema è non riuscire a far comprendere agli altri esponenti del mondo economico e politico l’importanza degli imprenditori, anche se ammette che il saper fare non basta, è necessaria un’operazione culturale. È infatti convinto che le grandi battaglie si vincono dal punto di vista culturale, con una battaglia culturale, appunto, basata sul far conoscere le cose. “I cambiamenti non avvengono con una legge, ma ne è la conseguenza finale” dice Giordano che si sofferma a riflettere sul presente: “Noi abbiamo accettato delle limitazioni di libertà perché è diventato qualcosa di naturale, certo anche grazie alla paura, ma il messaggio è stato compreso, si è capito che è giusto così”. La difesa della tipicità deve diventare una battaglia culturale.

Interviene poi Matteo Burzacca, Amministratore di Grafostill, un’azienda tipografica alla seconda generazione di Matelica, un’azienda giovane che si è trasformata in fretta. Della crisi ne ha sofferto molto il settore tipografico ed è quindi stata necessaria l’unione con altri settori, per esempio la lavorazione del plexiglass. In passato l’azienda si occupava della stampa di etichette per l’enologia e la cosmetica poi grazie a Tipicità e quindi alla conoscenza con Stefania Di Battista, hanno messo le loro conoscenze a servizio delle aziende che volevano continuare a lavorare nonostante la crisi da COVID. Hanno perciò sviluppato l’idea dei pannelli anti-fiato per far riaprire parrucchieri ecc., come anche lo sviluppo di packaging per ristoranti, pasticcerie e sushi con un design e con particolarità tipiche del Made in Italy. Il loro progetto si chiama appunto “Vesti il tuo delivery”.

Ultima Stefania Di Battista della Di Battista srl, scatolificio che produce cartone di design e realizza progetti su misura: Stefania è come una “sarta del packaging ecologico”. Anche lei ringrazia Tipicità per le nuove collaborazioni che hanno permesso a lei e alle altre aziende di affrontare la crisi Coronavirus, sapendo reagire in maniera veloce. Insieme a altri partner si sta inoltre muovendo nella direzione dell’e-commerce.

Angelo Serri conclude dicendo che anche Tipicità è stata stoppata dall’emergenza sanitaria, e preannuncia una edizione nuova del Grand Tour delle Marche, che riparte in una forma molto rivoluzionaria che poggia sulla tradizione. La prima tappa Civitanova Marche con Gustaporto. Da tutte le Marche stanno ricevendo stimoli e adesioni, perché i territori vogliono continuare a mantenere il contatto con la clientela potenziale. È importante per loro essere ancora presenti sul mercato, possono ora farlo con Tipicità.

Chiude Cupillari che fa la summa di ciò che è stato detto nell’incontro. “Ciò che hanno detto i partecipanti non è scontato, ma è allo stesso tempo è scontato che gli imprenditori abbiano questa capacità di sapersi reinventare”. Si può approfittare di questa crisi per puntare sul prodotto marchigiano e sul prodotto italiano e forse così questa crisi potrà essere “benedetta”.

È possibile rivedere l’interessante diretta sulla pagina Facebook di Tipicità (link: https://www.facebook.com/TipicitaFestival/videos/266608194494878)








Questo è un articolo pubblicato il 14-05-2020 alle 18:40 sul giornale del 15 maggio 2020 - 429 letture

In questo articolo si parla di attualità, tipicità, angelo serri, articolo, mario giordano, Silvia Cotechini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/blI2





logoEV