Scuola: Latini (Lega), Italia unica in Europa con scuole chiuse. Azzolina si svegli

scuola generic 1' di lettura 11/05/2020 -

“Siamo gli unici in Europa a non riaprire le scuole fino a settembre. Il ministro Azzolina non solo non è in grado di prendere decisioni ma quel che è più grave è che ha anche nominato 18 “esperti” pagati dagli italiani per non fare nulla e tenere tutto bloccato.
E mentre quindi in Europa le scuole riaprono la Azzolina propone da settembre di ripartire con mezza classe a scuola e mezza a casa connessi digitalmente. Una follia, quando invece basterebbe assumere i tanti insegnanti precari e avere quindi a disposizione più classi con un numero limitato di alunni, considerata anche l’ampia disponibilità di locali dei plessi educativi. Non solo: ci sono a disposizione spazi semivuoti, soprattutto nei comuni dell’entroterra dopo che in questi ultimi anni sono state abolite molte classi.
Edifici antisismici che possono benissimo essere utilizzati per formare classi a numero ridotto e per riaprire in sicurezza. Più lavoro, scuole aperte in sicurezza e didattica assicurata. Azzolina cominci a fare il ministro e si assuma le proprie responsabilità”.
Lo dichiara la deputata marchigiana della Lega Giorgia Latini, vicepresidente della commissione cultura.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-05-2020 alle 15:48 sul giornale del 12 maggio 2020 - 388 letture

In questo articolo si parla di politica, lega, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/blsm





logoEV
logoEV