Sisma 2016: E' ora. Nel cratere ripartono i cantieri. Dal 4 Maggio ditte edili di nuovo al lavoro.

2' di lettura 28/04/2020 - Semplificate le procedure per ottenere i contributi della ricostruzione. Il Commissario straordinario Legnini in continuo contatto con i Sindaci del cratere.

Il Covid ha bloccato molti aspetti della nostra vita e della società. Diversi settori ed attività lavorative sono in crisi e stanno tentando di non andare k.o. Da quando è iniziato il lockdown, anche la ricostruzione post sisma ha avuto una improvvisa battuta d’arresto.

Tutte quelle famiglie del centro Italia che, dopo oltre 3 anni di attese e rinvii, vedevano una luce in fondo al tunnel, hanno dovuto fare i conti con un nuovo rallentamento. Alcuni cantieri nella Provincia di Fermo erano stati avviati in questi giorni, altri in dirittura d’arrivo, mentre altri ancora sarebbero partiti a breve. Tuttavia a causa del covid, i cittadini, che sognavano di rientrare nelle proprie abitazioni in questi mesi, hanno dovuto rinviare i loro piani. Nell’area dell’Alto Fermano ed in altre zone della Provincia, sono stati molti i cantieri bloccati e sospesi.

Ora, con il nuovo Dpcm emanato nei giorni scorsi, tutto può ripartire. Infatti dal prossimo 4 Maggio, tutte le ditte edili, che operano nel cratere sismico, potranno tornare al lavoro, inoltre saranno avviati anche i nuovi cantieri, così da velocizzare la ricostruzione. Una buona notizia per tutti i cittadini che ancora oggi, a distanza di quasi 4 anni dal tragico evento, non sono potuti rientrare nelle loro abitazioni.

In questi ultimi mesi, il Commissario straordinario Giovanni Legnini si è impegnato molto per fari ripartire l’intera macchina della ricostruzione, che fino a quel momento aveva vissuto di molti bassi e pochi alti. Subito dopo la sua nomina, avvenuta lo scorso Febbraio, aveva avviato i contatti con tutti i Sindaci del cratere, spostandosi nelle varie Provincie colpite per conoscere da vicino la situazione.

Con l’arrivo del coronavirus gli iniziali passi in avanti si sono rallentati, tuttavia Legnini ha continuato nel suo incarico. Così, in questi mesi, sono state semplificate le procedure per ottenere i contributi alla ricostruzione, a breve uscirà anche un’ordinanza in merito e si è cercato di velocizzare e rendere più snello tutto l’iter burocratico che tanto ha rallentato il post sisma.

Ovviamente, la ripresa dei cantieri edili dovrà avvenire nel totale rispetto di tutte le norme di sicurezza in vigore. L’obbiettivo ora è uno solo, far ripartire il più alto numero possibile di cantieri e di conseguenza avviarne di nuovi al più presto, affinchè la ricostruzione possa procedere con continuità.






Questo è un articolo pubblicato il 28-04-2020 alle 18:20 sul giornale del 29 aprile 2020 - 416 letture

In questo articolo si parla di attualità, edilizia, emergenza, provincia di fermo, ricostruzione, contributi, commissario straordinario, cantieri, abitazioni, burocrazia, articolo, cratere sismico, sisma 2016, macerie sisma, alto fermano, coronavirus, covid 19, Legnini, ripartenza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bkwb